Matos il “flamenghista”: sono pronto per il Sassuolo

Matos il “flamenghista”: sono pronto per il Sassuolo

Al termine del test con il Terek Grozny il numero 19 dell’Udinese ha dichiarato di sperare in una chance per domenica e ha rivelato: “Tutta la mia famiglia tifa Flamengo, Zico è un idolo”

Una partita gioca ad alta intensità. L’amichevole di oggi pomeriggio contro il Terek Grozny è stata un confronto “vero” contro un avversario particolarmente aggressivo. Un test utile per l’Udinese in vista della gara di domenica contro il Sassuolo (calcio di inizio alle 15 allo stadio Friuli), della quale spera di far parte anche Ryder Matos. L’attaccante brasiliano ha collezionato finora 339 minuti e il suo obiettivo è quello di alzare il minutaggio da qui al termine del campionato. Magari con una bella prestazione proprio domenica, davanti all’idolo di casa Matos, Arthur Zico. Ecco cosa ha raccontato il brasiliano al termine del test, accompagnato in sala stampa dal figlioletto Alexander.

Matos, è stato un test positivo e poco “amichevole”…

Sì, è stata una partita difficile, loro sono una buona squadra, picchiavano molto, però è stato un bel test per me e per tutta la squadra.

Domenica arriverà al Friuli il Sassuolo, come vi state preparando?

Molto bene. La squadra vuole farsi vedere dopo il risultato negativo di Firenze. Siamo fiduciosi che faremo una grande partita.

Il mister l’ha fatta svariare molto per tutto il campo e l’ha tenuta dentro finchè ha potuto…

Sì, il mister a volte mi mette a destra, a volte a sinistra, riesco a giocare in entrambe le posizioni. Cercherò di dare il massimo.

Delneri ha previsto alcuni cambiamenti per domenica e ha fatto due nomi: Badu e Matos. Lei si aspetta di giocare dall’inizio?

Cerco sempre di dare il massimo quando entro in campo, questo è sicuro. Vedremo cosa deciderà il mister… comunque se mi mette, sono pronto.

All’andata il Sassuolo riuscì imporsi per 1-0 al Mapei Stadium. Cosa servirà per ribaltare quel risultato?

Dobbiamo giocare per vincere. Il Sassuolo è una squadra difficile da affrontare, però in casa dobbiamo fare il nostro gioco sperando di vincere.

A coloro che credono che l’Udinese abbia poche motivazioni in questo momento, cosa risponde?

No, questo non è proprio vero. Abbiamo delle motivazioni. Vogliamo fare bene, sappiamo che non siamo in lotta per non retrocedere però dobbiamo dare il massimo per chiudere bene. L’obiettivo? Fare punti in tutte le gare che restano e vedere dove saremo in classifica al termine del campionato.

Domenica sarà una giornata speciale anche perchè ad assistere alla sfida tra Udinese e Sassuolo ci sarà anche Zico. E’ uno stimolo in più, soprattutto per voi brasiliani?

Certo, stavo pensando anche a questo. Zico è un mio grande idolo. Speriamo che chi scenda in campo faccia bene. Quando ero piccolo mio padre mi parlava sempre di Zico, tutta la mia famiglia ha sempre tifato Flamengo. Mi hanno sempre parlato di lui.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy