Matos, l’anno della conferma

Matos, l’anno della conferma

Per Ryder Matos dopo l’approccio in squadra dell’anno corso è venuto il momento delle conferme: lui è pronto (“Lasciare tutto per un altro anno”), la concorrenza non manca. E se arrivasse Lasagna…

Commenta per primo!

Ryder Matos l’anno scorso è stato un acquisto in prospettiva che aveva destato ottimismo. Il giocatore oramai ex Carpi ed ex Fiorentina è arrivato però in un momento particolarmente delicato della stagione bianconera, quando la squadra allora di Colantuono si stava infilando in  un tunnel pericoloso.

L’esordio a Empoli ha però subito dato risposte confortanti, di un giocatore propositivo, veloce, che sa inserirsi abilmente dalle fasce, che sa giocare di sponda con i compagni, insomma un attaccante esterno che sa far male. Purtroppo quell’ottima prestazione non è stata sufficiente per trovare più continuità. Forse anche un po’ inspiegabilmente è finito ai margini, ma al primo anno in una situazione complicata forse è stato inevitabile.

Ora il giocatore si è presentato a Udine con tanta voglia di affermarsi: “Lasciare tutto per un altro anno. Dio soprattutto“, la scritta sul suo profilo Instagram come grido di battaglia. La società sembra che abbia fiducia in lui, l’allenatore anche. Insomma, Matos ad oggi è da considerare la terza punta dopo i titolari Thereau e Zapata. Si giocherà il posto in griglia con Hamdi, Perica e forse un’altra punta che potrebbe arrivare dal mercato. Certo se questa fosse Lasagna la concorrenza aumenterebbe non poco, anche se proprio con l’attuale attaccante del Carpi ha fatto coppia l’anno scorso inizialmente in Emilia.

Una cosa è certa: dopo una stagione di approccio, ora è venuto il momento di confermarsi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy