Monsieur Thereau condanna l’Udinese all’ennesimo ko al Franchi

Monsieur Thereau condanna l’Udinese all’ennesimo ko al Franchi

Il grande ex del lunch match sigla una doppietta, con la “complicità” dei bianconeri che regalano un tempo agli avversari. Nella ripresa Samir prova a tenere viva la partita

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Cyril, chapeau! Era l’atteso protagonista della vigilia e Cyril Thereau non ha tradito le aspettative. Freddo, cinico, forse spietato: l’attaccante francese regala la vittoria alla Fiorentina grazie a una doppietta, mentre infligge l’ennesima sconfitta all’Udinese allo stadio Artemio Franchi. Un’Udinese apparsa confusionaria, inconcludente, troppo debole per essere vera. La vittoria con la Sampdoria sembra far parte della storia, mentre la sosta e le nazionali hanno tolto entusiasmo, energie e concentrazione. Così si spiega un primo tempo da dimenticare per gli uomini di Gigi Delneri, terminato con il vantaggio siglato da Thereau. Nella ripresa qualcosa è cambiato, ma il 2-0 del grande ex ha frenato la corsa dei bianconeri, rimasti in partita grazie al gol di Samir (il primo stagionale) a 20 minuti dalla fine del match. Non tutto è da cancellare – considerando anche che il gol di De Paul è stato annullato per un fuorigioco millimetrico -, ma c’è la necessità assoluta di ritrovare l’anima di questa squadra, che domenica ospiterà una Vecchia Signora particolarmente agguerrita dopo il ko casalingo subito contro la Lazio.

CRONACA. Per la gara con i viola Delneri è costretto a rinunciare a Stryger Larsen, infortunatosi alala coscia MAXI LOPEZ ACF Fiorentina v Udinese Calcio - Serie Asinistra con la nazionale danese nel corso della gara di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 contro il Montenegro, e a Valon Behrami, anch’esso alle prese con problemi muscolari. Recuperato in extremis Widmer, assente dallo scorso agosto. Mister Pioli, invece, ha solo un giocatore ai box: Gil Dias, che ha riportato una frattura al piede sinistro nel corso di una gara di euro-qualificazioni con l’Under 21 del Portogallo. Pronti, via e al settimo minuto si registra la prima occasione dell’incontro: cross dalla sinistra di Biraghi per Simeone che colpisce di testa, trovando un attento Bizzarri. E’ l’antipasto di uno schiacciante possesso palla viola. Al 20′ l’Udinese si lamenta con il direttore di gara per un calcio di rigore per presunto fallo di mano in area dell’ex Thereau, ma Irrati lascia correre (decisione giusta). L’attaccante francese continua a mietere il panico nell’area bianconera e al 25′ sfiora la rete del vantaggio: dopo aver ingaggiato un duello fuori area con Bizzarri, Cyril conclude con un diagonale che viene deviato sul palo da Angella. Ma la rete è nell’aria e al 28′ il numero 77 viola mette a segno l’1-0: cross dalla destra di Chiesa, per Simeone che spizzica di testa, deviazione di Widmer ma il pallone arriva a Thereau che non perdona. Passano solo due minuti e la Fiorentina sfiora il raddoppio: cross di Biraghi, Simeone scatta in profondità e conclude di destro, colpendo il palo alla destra di Bizzarri. Udinese completamente in confusione e incapace di reagire alla forza d’urto viola. Nella ripresa, Delneri effettua due cambi: fuori Widmer e Lasagna, dentro, rispettivamente, Adnan e Matos. Al 6′ minuto l’Udinese si fa pericolosa con De Paul: diagonale da posizione molto angolata, che viene deviata in corner da Sportiello. All’8′ Irrati estrae due cartellini gialli nel giro di pochi secondi: il primo nei confronti di Samir (intervento ai danni di Chiesa), il secondo per Veretout per fallo su Matos. Al 12′ la Fiorentina recupera un buon pallone nella metà campo bianconera, Veretout conclude da dentro l’area, respinta corta di Bizzarri che favorisce il recupero di Thereau, pronto a battere a rete per il 2-0. Al 24′ Delneri esaurisce i cambi: fuori un centrocampista, Fofana (impalpabile), dentro un attaccante, Perica. Tre minuti dopo l’Udinese accorcia: cross dalla sinistra di De Paul per Samir che supera Sportiello con un rasoterra sull’angolino alla destra del portiere viola. Pioli non vuole rischiare: richiama Benassi e Chiesa per Victor Hugo e Eysseric. E successivamente Thereau (assoluto protagonista di giornata) lascia il posto a Sanchez. Nei minuti finali l’Udinese insegue in più occasioni il 2-2, ma ancora una volta ha vinto la cabala. E la maledizione del Franchi prosegue.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy