Motivazioni e attaccamento alla maglia determinanti per la salvezza

Motivazioni e attaccamento alla maglia determinanti per la salvezza

Nelle ultime due partite della stagione l’Udinese si gioca la permanenza in Serie A. In 180′ minuti i friulani dovranno fare leva sulle motivazioni e attaccamento alla maglia per raggiungere la tanto inseguita salvezza.

Si pensava al ritiro dopo il tremendo ko interno contro il Torino. Un 5-1 incassato in casa che brucia tantissimo ma che soprattutto riporta l’Udinese in piena lotta per la salvezza. Fare gruppo e trovare compattezza sembrava la soluzione ideale da prendere visto il momento e invece i friulani effettueranno una partenza anticipata venerdi dopo l’allenamento.

C’è in ballo la permanenza in Serie A e per riuscirci l’Udinese deve trovare la giusta concentrazione. 180′ minuti dove l’Udinese dovrà dimostrare chi è senza tener conto degli avversari. Il prossimo ostacolo sarà l’Atalanta. I bergamaschi sono già salvi ma sicuramente vorranno fare bella figura davanti al proprio pubblico nell’ultima partita casalinga della stagione. Non un impegno facile per i friulani che giocheranno contro una formazione che non ha più nulla da chiedere al campionato, ma che ha molte motivazioni per fare bene. Quelle motivazioni che invece non dovrebbero mancare all’Udinese che, oltre a riscattare la brutta figura contro il Torino, devono fare punti importanti e fondamentali per la salvezza. Dove non arriva la gamba arriva la testa e la voglia di un gruppo di giocatori che ha deluso, ma che nelle ultime due partite deve dimostrare quel grande attaccamento alla maglia chiesto a gran voce da tutti i tifosi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy