Nicola: “Se vedremo in futuro De Paul, Lasagna e Pussetto assieme? Tutto è possibile”

Nicola: “Se vedremo in futuro De Paul, Lasagna e Pussetto assieme? Tutto è possibile”

Le parole di Mister Nicola alla vigilia di Sassuolo-Udinese

di Redazione

Le parole di Mister Nicola alla vigilia di Sassuolo-Udinese:

Quella con il Sassuolo è una partita di verifica dei concetti che abbiamo consolidato in settimana e di quelli di nuova introduzione. I ragazzi hanno lavorato duramente e i motivi per essere fiduciosi risiedono proprio nel lavoro quotidiano che permette il normale processo di crescita. Se vedremo in futuro De Paul, Lasagna e Pussetto assieme? Tutto è possibile, questo è il bello del nostro lavoro. La sfida è far coesistere i giocatori che possono essere determinanti. Non bisogna mai perdere di vista la situazione in cui ci si trova e cercare di mantenere alta l’attenzione anche nelle soluzioni. La fiducia è uno dei principi cardini e per fiducia intendo la consapevolezza di ciò che abbiamo e di quello che possiamo andare ad acquisire impegnandosi con dedizione. Questo è un processo che non ha mai fine, perché bisogna sentirsi capaci di fare qualcosa nel lungo periodo. Il Sassuolo è una squadra dalla imprevedibilità tattica, riescono facilmente nel cambiamento di modulo, sanno gestire bene la palla ma, come tutte le squadre, ha dei punti deboli su cui abbiamo ragionato non per concentrarci sugli altri, bensì per capire cosa possiamo fare noi. Contro la Roma non avevamo tempo, ora invece ogni settimana riusciamo ad aggiungere un concetto nuovo, i ragazzi devono andare alla scoperta delle proprie potenzialità, mi aspetto molto perché è il lavoro che fa la differenza. Vizeu? Tutti i giocatori devono avere l’ambizione di risultare utili e rendersi disponibili, compito dell’allenatore è invece dare a tutti prima o poi la possibilità di farsi vedere e avere l’occasione di dimostrare le proprie capacità. Spero di recuperare quanto prima gli infortunati e di averli al massimo entro dicembre, anche perché si alzerà l’asticella delle cose che chiederò loro e poi per una sana rivalità. Lasagna ora è a posto, ha lavorato tanto questi giorni; è un giocatore fondamentale, sul quale puntiamo, per cui spero che il suo apprendimento sia il più veloce possibile. Su De Zerbi (accusato di non aver denunciato le richieste della mafia foggiana quando ai fatti era tecnico del Foggia ndr). Non conosco la questione  e quindi non lo giudico se non per dire che è un bravissimo allenatore, le altre situazioni mi interessano relativamente.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy