Nome Stadio: La Nord in Consiglio Comunale per il no! Malagò con i Pozzo

Nome Stadio: La Nord in Consiglio Comunale per il no! Malagò con i Pozzo

Commenta per primo!

Quando Giovanni Malagò negli uffici di Pozzo si lascia scappare la battuta “ma perché a questo gioiello di stadio non abbinate il nome di uno sponsor?”, lo sguardo di tutti i presenti si è rivolto verso Paròn Pozzo e sa figlia Magda presenti all’incontro. Qualche sorriso è scappato, ma il numero uno del Coni non sapeva di certo che stava toccando un tasto delicato, molto delicato. A Udine, infatti, l’idea era già venuta al club bianconero, ma questa volta i conti sono stati fatti senza l’oste. Che si chiama gente comune, la quale continua a dire no all’ipotesi di veder snaturato il nome ‘Friuli’. Lo stadio si chiama così. punto. E non è passato nemmeno inosservato il fatto che il club bianconero sui comunicati ufficiali inizia a chiamare l’impianto semplicemente ‘Nuovo Stadio‘, omettendo il nome storico.

Cambio nome: i tifosi non vogliono.
Così non si fa attendere la risposta dei tifosi. I ragazzi della curva nord hanno già manifestato il disappunto  chiare lettere durante la partita con l’Empoli con un coro inequivocabile: ‘il nome non si tocca’. Ora alle parole seguono anche i fatti. Con un volantino consegnato fuori dal ‘Friuli’ in occasione di Udinese-Milan, la Nord ha voluto dire la sua mettendo nero su bianco il suo pensiero: “La curva nord negli anni – si legge -, nel bene e nel male c’è sempre stata e sempre ci sarà a sostenere i colori della nostra città. Colori che vi siete permessi di toccare modificando le maglie.  Dato che siamo sempre presenti, abbiamo il diritto e il dovere di rimarcare che i nostri colori sono sacri e non devono essere toccati, così come il nome del nostro stadio che ci ha sempre visti protagonisti di tante battaglie. Il 28 settembre o 5 ottobre tutti in  Consiglio Comunale a Udine a difendere il nome del nostro stadio”. La società continuerà ad andare avanti come un treno su questo progetto oppure ascolterà la voce della gente?
Abbonamenti, i perché del calo
Il no deciso alla possibilità di veder chiamare lo stadio ‘Dacia Arena Friuli‘ non piace nemmeno ai lettori di Mondo Udinese, che come la maggior parte dei Friulani dice un ‘no’ secco all’ipotesi attraverso il sondaggio proposto. Su 2,500 partecipanti ben sette su dieci vota contro questa possibilità. Altro sondaggio eloquente che si lega indirettamente a questo tema è stato quello sul crollo abbonati col nuovo impianto, calati di circa 3 mila unità rispetto all’ultimo anno dove il vecchio stadio era completamente agibile. Secondo i lettori gli scarsi risultati degli ultimi tempi sono stati decisivi, quasi al pari della disaffezione verso il club. I Pozzo su questo devono ragionare, quindi, prima di prendere altre decisioni impopolari. Anche la cessione di Pinzi, per esempio, non è stata ancora digerita e continua ad essere vista come una sterzata sempre più commerciale del club bianconero. cfe56f3ba716b9a295e1ef241e08b891a

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy