Oddo, niente alibi: siamo corti, ma vogliamo dare continuità ai risultati positivi

Oddo, niente alibi: siamo corti, ma vogliamo dare continuità ai risultati positivi

Il tecnico bianconero presenta la sfida di domani pomeriggio contro il team di Leonardo Semplici, valida per la seconda giornata del girone di ritorno di Serie A: “Pensiamo solo alla gara con gli emiliani, non alla Lazio”

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Tanta voglia di ricominciare. Ripartirà domani (e ci permettiamo di aggiungere finalmente) il campionato di Serie A. Dopo la pausa invernale – novità assoluta per la nostra divisione -, tutte le squadre ritorneranno in campo tra domani e lunedì per la seconda giornata del girone di ritorno. L’Udinese sarà di scena domani alle 15 allo stadio Friuli contro la Spal, terzultima della classifica, alla spasmodica caccia di punti salvezza e già capace di piegare i bianconeri nella gara di andata (anche se è giusto sottolineare che il team bianconero era in ancora in piena fase di rodaggio). Oggi, il team di Massimo Oddo ha solo un obiettivo: dare continuità ai risultati positivi delle ultime giornate. Ecco come il tecnico pescarese ha presentato il match in conferenza stampa.

Mister, l’asticella si alza sempre di più e diventa sempre più difficile ripetere le prestazioni delle ultime giornate…

Diventa il nostro obiettivo a breve termine. Vogliamo dare continuità a qualcosa di importante che stiamo facendo. E’ iniziato il girone di ritorno, le squadre si rinforzano, tutto diventa più difficile per tutti, non solo per noi. Per noi è un motivo di interesse in più di proseguire su questa squadra, vogliamo dimostrare che quello che abbiamo fatto non è dovuto alla fortuna, ma perchè meritiamo di poterlo fare. Abbiamo già dimostrato che non sia semplice… si è visto anche a Verona contro il Chievo, abbiamo sofferto parecchio, soprattutto nel primo tempo.

Come ha ritrovato la squadra dopo la pausa?

Dopo le soste sono sempre preoccupato. Abbiamo dato ai ragazzi un programma di allenamento, che tutti hanno seguito, ma non è come lavorare qui sotto l’occhio dello staff tecnico. Solo la partita di domani ci fornirà delle risposte.

Stryger Larsen come sta? E la presenza di Caiazza indica che la coperta è un po’ dietro?

Caiazza ha sempre giocato in Primavera ma oggi lo abbiamo richiesto perchè abbiamo qualche problema. Anche Widmer ha avuto un problemino prima dell’allenamento. Stryger Larsen è convocato, vediamo come sta.

Il mercato rappresenta una distrazione?

Ritengo che nel momento in cui un giocatore diventa importante, che lo vogliono tutti quanti, poi deve essere bravo lui a dimostrare il suo valore. La grande differenza tra un grandissimo giocatore e un buon giocatore è proprio questa. Il difficile arriva adesso, se vogliono arrivare in un grande club lo devono dimostrare ora.

Restiamo sul mercato, pensa che la squadra sia stata indebolita dopo alcune cessioni?

No, non è stata indebolita, chi è partito è perchè finora ha avuto poco spazio. La società fa delle scelte di prospettiva. Se c’è un giocatore nel quale crede è giusto che gli dia possibilità di giocare. Ovvio che in questo momento siamo corti, perchè abbiamo degli infortunati. Ma le difficoltà ti aiutano crescere e possono creare nuove opportunità. Se pensiamo che nella difficoltà abbiamo scoperto Larsen centrale…

Ha ragionato sul fatto che un’eventuale vittoria domani potrebbe consegnare la salvezza all’Udinese?

Non dico che domani un’eventuale vittoria sarebbe una salvezza matematica, perchè non è così, ma dovrresti avere un crollo devastante per rimettere tutto in discussione. Prima vinciamo domani e poi porremo altri obiettivi.

Nella sua testa c’è già anche la gara di mercoledì contro la Lazio?

Sto pensando esclusivamente alla gara di domani, non possiamo permetterci di pensare ad altro. Intanto vediamo di fare bene contro la Spal.

Nell’eventualità che sia Stryger Larsen che Widmer siano indisponibili, ha pensato a un eventuale cambio di modulo?

Non ci ho pensato, vediamo…

Infine, Ewandro negli ultimi giorni non si è allenato. E’ in partenza?

Ewandro andrà a giocare per il bene suo e dell’Udinese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy