Piazzolla a Radio Spazio: L’anno prossimo non si può fallire

Piazzolla a Radio Spazio: L’anno prossimo non si può fallire

Carlo Piazzolla, ex DG bianconero e sempre attento alle vicende dell’Udinese, è intervenuto a Radio Spazio, ospite di Barbara Castellini, per fare il punto della situazione a una giornata dalla fine del campionato: “Guardando la classifica mi si stringe il cuore. Come organizzazione e come esperienza l’Udinese è un club importante a livello europeo, qualcosa non ha funzionato. Non ho visto cattiveria agonistica nell’allenatore, non l’ha trasmessa alla squadra, il bottino è davvero misero nel ritorno. Qualche dubbio ce l’ho sulla conferma dell’allenatore. La società gli ha messo a disposizione tutto, se si gioca bene con le grandi è questione di motivazioni. Significa che qualche responsabilità il tecnico ce l’ha”.

Trovare i lati positivi non è facile quest’anno: “Il lato positivo della stagione è stato Danilo, mi piace sempre, sbaglia sempre poco. Allan,poi, non ha bisogno di commenti, è un grande giocatore”.

Sul futuro, col mercato che incombe, appare chiaro che serva rinforzare la rosa: “L’Udinese non ha necessità di vendere, deve fare il possibile per trattenere i giocatori fondamentali. L’anno prossimo non si può fallire. L’Udinese in avanti deve prendere qualcuno, ma lo straniero è difficile da inserire. Uno da 15 gol va preso, ma che arrivi dall’Italia. Paloschi? Non offre garanzie di segnare almeno 15 reti. L’Udinese è brava negli scambi, da Juve, Inter o Milan potrebbe prendere una contropartita, la filosofia è questa da sempre e da qui potrebbe venire fuori il nome”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy