Pierpaolo Marino: “Colantuono è uno che ha bisogno di confrontarsi con lo spogliatoio”

Pierpaolo Marino: “Colantuono è uno che ha bisogno di confrontarsi con lo spogliatoio”

Pierpaolo Marino non getta la croce addosso a Colantuono, anzi punta l’indice anche sui giocatori: “I calciatori si sono un po’ imborghesiti. Bisogna fargli capire che stare all’Udinese è come giocare nella Fiorentina”

Commenta per primo!

Chi conosce fin troppo bene Colantuono è Pierpaolo Marino, da sempre inoltre vicino affettivamente alle vicende bianconere:  «A Bergamo avevamo avuto dei momenti difficili ma non così prolungati come a Udine – spiega al Messaggero Veneto –. Stefano è uno che ha bisogno di confrontarsi molto con lo spogliatoio, specialmente quando le cose non vanno si ammorbidisce e tende al dialogo. A Bergamo avevamo dei ruoli: io facevo il cattivo e lui il buono».

L’analisi si sposta anche sulle prestazioni dei giocatori, che alla fine sono colore che vanno in campo: «Ho visto la gara di Frosinone e l’Udinese non è praticamente scesa in campo. I calciatori si sono un po’ imborghesiti. Bisogna fargli capire che stare all’Udinese è come giocare nella Fiorentina, si tratta di una società che da vent’anni è tra le migliori in A, bisogna inculcargli il senso della friulanità».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy