Pinzi: l’Udinese può vincere con la più forte e perdere con l’ultima

Pinzi: l’Udinese può vincere con la più forte e perdere con l’ultima

Per Giampiero Pinzi si chiude un anno dove da protagonista assoluto è diventato una riserva di lusso. LA rivoluzione passa anche per scelte drastiche, lui non si tira indietro e da guerriero rilancia: “Abbiamo cambiato allenatore e di conseguenza anche il modo di giocare. Sono certo che basti poco per marciare con continuità in una stagione dove tute le squadre sono livellate e domina la tattica. Stramaccioni? Con lui ho un rapporto franco – ha affermato a Telefriuli -. Non posso essere di certo contento di quanto fatto e di essere impiegato così poco, ma rispetto le scelte del mister. Dovrò rimboccarmi le maniche ancora di più per mettere in difficoltà il mister”.

C’è però l’assicurazione che  “lo spogliatoio è compatto, anche se come sempre sono arrivati giovani di nazionalità diverse. Quest’anno ho paura solo di noi stessi: possiamo battere la più forte e perdere con gli ultimi. Dobbiamo stare concentrati sempre per tutte le partite “.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy