Pozzo: Non ho nessun preconcetto nei suoi confronti, ben venga Valeri

Pozzo: Non ho nessun preconcetto nei suoi confronti, ben venga Valeri

Commenta per primo!

In un’intervista rilasciata a Udinese Channel, il patron Gianpaolo Pozzo ha parlato dello stato di salute del calcio italiano e anticipato i tempi della gara Milan – Udinese di domenica prossima, am soprattutto ha parlato della designazione di Valeri, che l’anno scorso lo fece infuriare proprio dopo una gara col Milan.

Qual è la sua opinione sulle nuove riforme del calcio italiano?

Ridurre le rose è solo un provvedimento parziale che aiuta poco. Non si vuole affrontare la questione in maniera determinata. Il modo giusto sarebbe quello di mandare a giocare i calciatori in squadre di proprietà della stessa società, possibilmente in Serie B o in leghe inferiori, dove comunque i giocatori possono confrontarsi in un contesto agonistico e crescere. In questo modo il ragazzo può diventare un calciatore importante altrimenti è molto difficile. E’ un problema da risolvere alla radice, il resto sono solo palliativi. In ogni caso io sono molto fiducioso: in federazione c’è gente capace che ha voglia di riformare e migliorare”.

Miglioramenti che si cerca di fare anche dal punto di vista arbitrale. In Milan-Udinese è stato di nuovo designato Valeri che con noi non ha una buona tradizione: da Milan-Udinese 4-4 a quel Milan-Udinese 2 a 1 con rigore contestato all’ultimo minuto.

Non ho nessun preconcetto nei suoi confronti, ben venga Valeri. Io ricordo tutti questi episodi ma ho sempre pensato che l’errore umano ci sta. Ci sono arbitri che devono migliorare e le società devono essere brave a collaborare. Noi ci abbiamo provato anche con investimenti importanti, come la moviola in campo. Valeri con noi è stato decisamente sfortunato, ne ha fatte davvero tante con noi. Ma sono contento che arbitri Milan – Udinese perché è un direttore di gara che è migliorato, è diventato internazionale e quindi sarà sicuramente maturato. “.

La statistica dice che Valeri nelle ultime 5 gare dove ha diretto l’Udinese, ci sono state 5 sconfitte… 

Abbiamo avuto tanti arbitri bravi e altri meno bravi. Valeri in passato con noi è stato sfortunato, ma ribadisco che essendo un internazionale son contento che venga. Speriamo che sia la volta buona per dimostrare le sue qualità

 

Doppia trasferta a Milano, considera la gara di domenica un’esame importante per valutare il lavoro di Stramaccioni?

“E’ banale dire che è una partita difficile, il Milan è sempre il Milan. Andiamo a giocare nella scala del calcio, dovremo essere bravi per portare a casa il risultato. Ho fiducia nella nostra squadra perché salvo qualche partita sfortunata, vedo che siamo in salute e stiamo bene. Se non vinciamo ci può stare, ma se faremo bene avremo dimostrato le nostre qualità”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy