Senza alternative

Senza alternative

Udinese-Roma, gara senza alternative per l’Udinese che per la prima volta sarà contestata dal suo pubblico, seppur in maniera civile. Senza alternative per Colantuono, che ha nascosto la squadra per una settimana, ma che deve mettere in campo un undici convincente. Senza troppe alterative in caso di ko: i nomi dei possibili sostituti non sono molti e non sembrano nemmeno convincere il club

Senza alternative: l’Udinese contro la Roma deve fare punti e convincere, per rendere almeno un po’ più dolce l’amara pillola che i tifosi hanno dovuto ingerire quest’anno. Fare almeno un punto per cercare di rimanere a galla e non dover davvero guardare a Palermo-Napoli e Carpi-Frosinone con l’apprensione di chi deve fare calcoli sugli altri.

Senza alternative: Colantuono è sulla graticola, non piace ai tifosi, non piace forse a parte della squadra, altrimenti non si spiegherebbero gare senza nemmeno preoccuparsi di scendere in campo come quelle con Frosinone e Carpi. Non ha alternative, deve dare un senso alla sua guida, deve dimostrare contro la ‘sua’ Roma che le dicerie e le chiacchiere sono una cosa e la realtà un’altra, con una squadra che quindi seguirà i suoi dettami.

Senza alternative: anche le formiche nel loro piccolo s’incazzano, scrivevano anni fa Gino e Michele. Oggi anche il mite e appassionato pubblico di Udine non ne può più. La protesta lanciata dalla Curva Nord e appoggiata anche dall’Auc dice che il termometro ha toccato una cifra da non sottovalutare. I friulani sono stanchi di questa gestione fatta di tante parole e pochi fatti, serve una prestazione per mitigare almeno un po’ l’amarezza di tanti errori a tutti i livelli, dal club al tecnico.

Senza alternative: contro la Roma di Spalletti, lanciatissima da sette vittorie consecutive e alla ricerca del secondo posto, servirà prima di tutto coprirsi. Il miglior attacco della A, contro una delle peggiori difese. C’è poco da fare, al di là delle parole di Pozzo dopo Frosinone, servirà prima di tutto pensare a non prenderle. Per questo si può pensare a un 4-5-1 con interpreti anche nuovi. Widmer e Edenilson insieme sulla fascia destra, Adnan e Armero sulla sinistra. In mezzo in difesa Danilo e Felipe e in mezzo a centrocampo Badu, Hallfredsson e Fernandes (o Kuzmanovic). Davanti sembra che Zapata sia favorito.

Senza alternative: in caso di ko tutti si attendono un cambio tecnico, ma non sembra che ci siano alternative che soddisfino il club, che starebbe già pensando al prossimo anno e un traghettatore non è facile da reperire. Calori avrebbe declinato inizialmente il contatto avuto. Bertotto e Corini le alternative ultime. Altrimenti si va avanti con Colantuono, nel bene e nel male. Senza alternative.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy