Società ancora contro i tifosi: “La contestazione non tiene conto dei 24 anni di Serie A”

Società ancora contro i tifosi: “La contestazione non tiene conto dei 24 anni di Serie A”

Duro il DG Collavino contro i tifosi: “Si contesta una società inoperosa e assente, ma per me questa è sempre presente e disposta ad investire denaro. Quindi dico che rispettiamo la posizione dei tifosi, ma non la condividiamo. In questi mesi la società ha lavorato, il direttore Pradè può confermare quanta dedizione c’è stata ultimamente”

di Redazione

Società Udinese Calcio Spa ancora contro i suoi tifosi “rei” di dissentire della politica, ma soprattutto dei risultati delle ultime stagioni, del club bianco e nero. Contestazione tipicamente friulana, senza eccessi, qualche fischio, qualche coro e un silenzio che vale più di mille parole usato nella gara contro la Fiorentina. Ma la società non ci sta e per bocca del DG Collavino esprime il suo rammarico: “Dopo la Fiorentina è vero che sono mancati gli applausi e forse qualcosa in più ci saremmo aspettati. I nostri giocatori hanno messo in campo impegno e per questo c’è un po’ di amarezza per la reazione finale dei tifosi. L’Udinese ha bisogno del supporto dei propri tifosi, contro la Fiorentina questo non c’è stato ed è un peccato. Giocare ‘in trasferta’ fra le mura amiche non è accettabile. La contestazione, inoltre, non tiene conto dei 24 anni di Serie A. Si contesta una società inoperosa e assente, ma per me questa è sempre presente e disposta ad investire denaro. Quindi dico che rispettiamo la posizione dei tifosi, ma non la condividiamo. In questi mesi la società ha lavorato, il direttore Pradè può confermare quanta dedizione c’è stata ultimamente. Secondo me sono da registrare anche alcuni infortuni che hanno pregiudicato alcuni risultati. L’Udinese, ripeto, è in A da 24 anni consecutivi, primato che hanno poche società in Italia“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy