Soldati: L’Udinese è tutta dei Pozzo

Soldati: L’Udinese è tutta dei Pozzo

La holding dell’Udinese è finita nel mirino dell’inchiesta svolta dal Corriere della Sera sui padroni del calcio italiano (come riportiamo in altro articolo).
Il quotidiano di Via Solferino aveva scritto del club bianconero:
Dopo alcuni valzer societari Olanda-Lussemburgo oggi la Clmg controlla la Kalmuna che controlla la Gesapar (tutte con sede nel Granducato) che controlla l’Udinese. Complicato. In più sopra la novità Clmg c’è il buio documentale. A Udine garantiscono: il proprietario finale è Gino Pozzo, il figlio di Gianpaolo. Ma «finale» quanto e dove? Nel Watford (Premier League), invece, si risale in modo abbastanza trasparente a Gino Pozzo, forse perché le norme inglesi sulla proprietà sono assai più severe. Curiosità: tra gli sponsor tecnici dell’Udinese c’è la società Hs Football dell’imprenditore ed ex calciatore Massimiliano Ferrigno, quello del pugno al giocatore del Modena Francesco Bertolotti, finito in coma.
La replica dell’Udinese arriva dal suo preside te, Franco Soldati: «Siamo contrariati da un’ulteriore notizia di stampa – spiega il presidente della spa bianconera al Messaggero Veneto – che lascia trasparire dubbi sull’azionariato della società che presiedo. Si tratta di notizie uscite già in passato e che non hanno alcun fondamento. Nessun dubbio sulla proprietà dell’Udinese: l’azionista di riferimento è Gino Pozzo. Esattamente come accade per il Watford, la società di proprietà della famiglia che gioca nella Premier inglese».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy