Stadio Friuli, la nuova frontiera (dei punti)

Stadio Friuli, la nuova frontiera (dei punti)

L’Udinese nel 2015 ha conquistato solo 17 punti allo Stadio Friuli: una media da retrocessione, mentre in trasferta i bianconeri volano. Una tendenza da invertire assolutamente nel 2016

Commenta per primo!

L’Udinese 2016 non può prescindere dal riprendere possesso del ‘Friuli‘. Uno stadio gioiello in teoria deve essere anche l’arma in più per la squadra, qualcuno ha sostenuto che l’Udinese, proprio grazie al suo impianto, potrebbe conquistare almeno 10 punti in più. Un’impresa visto quanto fatto nel 2015: con Stramaccioni 9 punti e uniche vittorie con Torino e Milan. Non sta andando meglio a Colantuono che ha racimolato 8 punti, con sole vittorie arrivate con il Frosinone e la Samp. I bianconeri tra le mura amiche hanno un passo da retrocessione, inutile nascondersi e la cosa contrasta con un cammino da Europa fuori.

L’anno scorso Strama imputava anche al cantiere alcune debacle, asserendo che mancando il pubblico per i giocatori non sempre era facile trovare la giusta concentrazione. Tesi che molti contrastavano dicendo che i calciatori operai dovevano comunque fare bene. Oggi in ogni caso non può reggere questa scusa: per cui tra sfortuna (Palermo) ed errori (Inter) ci sono state troppe partite che potevano regalare il salto di qualità, invece sono state solo un motivo di preoccupazione.

Va anche detto che in gare come quella contro i nerazzurri gran parte del tifo era per la squadra di Mancini: con il nuovo stadio non doveva succedere in teoria, ma purtroppo alcune scelte logistiche (come lasciare i settori centrali dei distinti per la libera vendita invece che per gli abbonati) non stanno pagando.

Fatto sta che per avere il tifo a Udine serve vincere e convincere: se per il carattere Colantuono sta lavorando bene, per i punti serve che la squadra con un po’ di fortuna, e con tanta caparbietà faccia il resto. Perché uno stadio come il Friuli, visto come terra di conquista non ci sta proprio: e già con l’Atalanta si deve cercare di invertire una tendenza che è bene dimenticare col 2015.

Il nuovo stadio si appresta anche a ospitare i tifosi in tutti i suoi settori. Il 4 gennaio è prevista la riunione della commissione pubblico spettacolo per la valutazione della struttura e l’omologazione del Settore Ospiti per la gara con l’Atalanta del 6 gennaio. Successivamente la stessa commissione valuterà l’apertura dell’intero impianto in tempo per la gara con la Juventus del 17 gennaio, che sarà la prima del girone di ritorno. Motivo in più per non deludere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy