Stadio Friuli: La Provincia dice ‘no’ al cambio del nome

Stadio Friuli: La Provincia dice ‘no’ al cambio del nome

Commenta per primo!

Continua a tenere banco anche nella politica la denominazione dello Stadio Friuli. Con 21 voti favorevoli, un astenuto e 7 contrari, il Consiglio provinciale di Udine ha approvato l’odg presentato da Fi, Ln, Udc e dal consigliere Federico Simeoni (Patrie Furlane-Gruppo Misto) per mantenere l’attuale denominazione dello Stadio Friuli.

L’assemblea, riconoscendo l’impegno della famiglia Pozzo, la capacita’ imprenditoriale e i risultati dell’Udinese Calcio, considerando il sostegno dei privati nello sport, ha invitato il Comune a “valutare con attenzione le conseguenze di una scelta, l’intitolazione dello stadio diversa da quella attuale, che potrebbe comportare piu’ svantaggi che opportunita’ all’immagine della nostra terra”.

Secondo la Provincia si potrebbe dare “maggior credito anche alla gran parte della tifoseria e della gente di questa regione che vuole mantenere l’attuale denominazione nella consapevolezza che cosi’ lo stadio continuera’ a porsi come simbolo di questa terra”.

L’odg entra anche nel merito del ritorno finanziario dell’operazione per palazzo D’Aronco: “La cifra chiesta all’ Udinese per cambiare la denominazione (quota percentuale del valore annuo del contratto di sponsorizzazione da mettere a disposizione per il finanziamento di iniziative in ambito sociale) non ripagherebbe il danno provocato al nostro territorio in termini di visibilita’ e promozione”.

Solo pochi giorni fa la delibera del Comune di Udine aveva stabilito, oltre ai vari paletti sulla dignità del nome, che in caso di voto favorevole in Consiglio «l’Udinese Calcio Spa è autorizzata ad affiancare alla denominazione “Friuli” l’indicazione dello sponsor che verrà individuato dalla società». Insomma una spaccatura netta tra Provincia e Comune.
Precedentemente il numero uno della Provincia, Pietro Fontanini, all’indomani della mozione votata dal Consiglio regionale in cui si esprimeva l’auspicio per il mantenimento del nome “Stadio Friuli”, ribadiva la difesa della storica dicitura dell’impianto ovvero quella di “Stadio Friuli”.  “Ci sentiamo coinvolti a esprimerci sulla questione – spiegava allora Fontanini – in quanto l’Ente ha contribuito finanziariamente al completamento del “vecchio” Stadio Friuli. La Provincia, infatti, si è assunta l’onere di sostenere le quote delle rate d’ammortamento del mutuo contratto per la costruzione delle gradinate dell’impianto con un contributo concesso al Comune di Udine pari a 75 milioni di lire all’anno per 20 anni per un totale di 1 miliardo 500 mila euro”.
(Foto zimbio)

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy