Stramaccioni: Una partita sfortunatissima

Stramaccioni: Una partita sfortunatissima

“Una partita sfortunatissima”: Andrea Stramaccioni se la cava con un po’ di diplomazia nel parlare della sconfitta casalinga della Udinese contro la sua ex squadra. “Alla fine ho fatto i complimenti ai miei giocatori – le sue parole a Sky – abbiamo perso ma questa partita fa il paio con quella del Milan, siamo sempre stati propositivi e sapevo che negli ultimi 10 minuti avremmo potuto creato pericoli. E’ stata una partita sfortunatissima per gli episodi, tutto quello che poteva andare storto è andato storto, ma siano usciti tra gli applausi del pubblico. Ecco, anche in una sconfitta possono esserci delle motivazioni positive”.

Se “Badu ha sbagliato” in occasione del doppio giallo (“Ma Rocchi avrebbe potuto gestire meglio la situazione, a volte basta alzare la voce più del giocatore”), Stramaccioni critica il direttore di gare per il rigore “visto che l’intervento alla disperata di Danilo è arrivato dopo che Kovacic aveva calciato”.

In conferenza stampa il tecnico bianconero continua: “In queste ultime settimane ho parlato spesso di mentalità, di consapevolezza nei propri mezzi. L’ho detto ai ragazzi, il presidente l’ha ribadito: voglio che vadano a casa orgogliosi della prestazione, l’Udinese ha dato un segnale forte non solo per il cuore, ma anche come organizzazione. Ora continuiamo così, su questa strada per costruire qualcosa di importante per il prossimo anno”.

Di Natale racconta che ha detto: “In dieci tenevo, ma in nove proprio no!”

Lancia anche un segnale di serenità “non è facile arbitrare, sbagliamo noi, può capitare anche a loro di sbagliare. Siamo stati sfortunati negli episodi a nostro sfavore. Rocchi ha diretto una gara difficile, gli episodi sono sotto gli occhi di tutti, può capitare”.

Il rammarico è non aver giocato sempre con le grandi: “E’ anche colpa delle nostre caratteristiche, i giocatori devono migliorare contro le difese chiuse. Ma vedo questo come un segnale di crescita, vogliamo acquisire sicurezza, Verona sarà già un banco di prova”.

Strama commenta anche l’Inter: “Onestamente dal centrocampo in su è impressionante. Avrei voluto finirla undici contro undici, la partita era bella con continui cambi di fronte. Auguro all’Inter di raggiungere l’Europa, anche soffrendo può trarre spunto da questa gara”.

Allan è al centro delle voci che lo vorrebbero all’Inter: “Gli auguro un giorno di andare in una grande, adesso è tornato lui. Ma deve solo concentrarsi sul presente poi la società deciderà il suo futuro. Se andrà via lo farà solo per una grande offerta”.

Infine non può esimersi da commentare Di Natale: “Totò con questa gara entra nella storia del calcio: sono orgoglioso di essere il suo allenatore, grandi complimenti per la sua carriera, fare 205 gol all’Udinese vale doppio”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy