Tavian: “Non c’è più tempo per scherzare”

Tavian: “Non c’è più tempo per scherzare”

Sassuolo-Udinese presentata da mister Marco Tavian: “Non mi piace parlare di numeri o di moduli, serve vedere come scendono in campo i giocatori”

Come presentare questa gara? Salviamoci il prima possibile, non c’è più tempo per scherzare“: non usa mezzi termini mister Marco Tavian, oggi opinionista a Udinese Tv, per andare a spiegare quello che attende la squadra del neo tecnico Gigi De Canio. Il quale sembra voler ripartire dal 3-5-2, modulo sempre molto discusso.

L’Udinese in tre anni ha preso oltre 150 gol con questo schema, giusto riproporlo?
Non mi piace parlare di numeri o di moduli, serve vedere come scendono in campo i giocatori. Col Verona abbiamo giocato una gara più che buona, appena sette giorni dopo  gli stessi interpreti hanno fatto un a prestazione inqualificabile. Guardiamo il Bayern che gioca  quattro e rischia di perdere con la Juve: di cosa parliamo? In fase di non possesso si gioca con dieci giocatori dietro la linea del pallone. E’ l’atteggiamento che fa la differenza, quando conquisti palla  dipende da quanti vanno su, questa è la differenza, poi il modulo a tre o quattro dietro non cambia. Quindi De Canio fa bene ad affidarsi a un modulo che la squadra usa da tempo. I giocatori attuano i movimenti che meglio conosco, poi sarà lui  portare i correttivi anche durante la partita, perché  in cinque giorni puoi fare poco

Che Udinese attenderci dunque, più votata alla fase offensiva o a quella difensiva?
Lui ha detto appena arrivato  che è un allenatore che preferisce fare un gol in più piuttosto che prendere un gol in meno

Che formazione dobbiamo attenderci?
Penso che potrebbe cambiare un paio di giocatori, la difesa penso la schiererà con Heurtaux, Danilo e magari Piris su Berardi; in mezzo dipende anche da quello che chiede alle due punte: potrebbe fare una centrocampo più muscolare, con Kuzmanovic regista basso, Hallfreddson poi uno tra Badu e Fernandes in base a come stanno, Armero e Widmer sulle fasce. Poi per le punte deve capire come De Canio interpreta la gara. Il Sassuolo ha una difesa arcigna, ma non imponente, per cui Zapata da prima punta certamente, mentre vicino io metterei sempre Totò. Thereau potrebbe prendere il posto di tutti e due a gara in corso

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy