Tavian: Colantuono si adatterà ai giocatori a disposizione

Tavian: Colantuono si adatterà ai giocatori a disposizione

Allenatore ed opinionista a Udinese Channel, Marco Tavian ha analizzato tecnicamente il nuovo mister dell’Udinese, Stefano Colantuono: “E’ un allenatore pragmatico, uno che ha ottenuto sempre quel che gli era stato chiesto – afferma a MU -. A Bergamo ha raggiunto anche qualcosa di più e questo è un biglietto da visita importante”.
Sarà ancorato ancora al 4-4-1-1?
“Il modulo dipende sempre dai giocatori a disposizione. Palermo e Atalanta non erano squadre da calcio-champagne. Del resto, a parte l’Empoli, nessuno che ha lottato per la salvezza ha mostrato calcio spumeggiante. Verona, Chievo, per esempio, sono state squadre che hanno fatto di necessità virtù. Colantuono non ha mai avuto una squadra forte come lo sarà l’Udinese: il modulo lo adatterà ai giocatori”.
Una sua caratteristica è stata sempre l’utilizzo di una punta di peso, da bianchi a Denis. Come si comporterà a Udine?
“La punta di peso non credo sia un dogma: non si è mai vincolati a un giocatore, così come a un modulo. Conte al Siena ha vinto col 4-2-4, a Torino si è adattato a Pirlo impostando la squadra con  il 3-5-2. Gli allenatori si adattano ai giocatori. Ciò non toglie che potrebbe però arrivare anche una punta di peso, la società sta lavorando su un attaccante, magari potrebbe essere uno con queste caratteristiche”.
Il prossimo dovrà essere anche l’anno del riscatto per qualche elemento della rosa: su chi puntare?
“Io sono convinto che ci sarà il rilancio di Heurtaux, Widmer e Bruno Fernandes: sono mancati di continuità nella scorsa stagione. Bruno ha giocato a singhiozzo, anche perché doveva confermarsi  dopo una stagione con Guidolin da protagonista e, forse, col cambio di modulo ha sofferto. Gli altri due hanno subito parecchi infortuni che li hanno penalizzati. Certo, per questi va anche detto che il mercato potrebbe rilanciarli altrove, del resto sono ottimi giocatori”.
Un nuovo acquisto su cui puntare?
“Verre potrebbe essere il giocatore chiave del centrocampo, anche se è giovane. E’ un ’94, riconfermarsi in Serie A non sarà facile, ma potrebbe essere l’uomo d’ordine in mezzo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy