Tempesta su Stramaccioni

Tempesta su Stramaccioni

Altro che primavera! A Udine impazzano le bufere: meteorologiche e non. Sui campi friulani si abbatte la grandine, su quelli dell’Udinese si abbattono fulmini e lampi. Il temporale (o forse la tempesta), è scoppiato e il suo frastuono non si è placato. Tutto è cominciato martedì mattina: le solite voci, le solite dicerie. Per ora di certo, però, c’è solo che la prossima settimana ci sarà un incontro che a questo punto appare decisivo  tra tecnico e società Solo qualche settimana fa Paròn Pozzo aveva confermato il suo allenatore. Era il 26 aprile, il successo sul Milan aveva rincuorato la proprietà e il patriarca bianconero alla Gazzetta dello Sport aveva lasciato pochi dubbi: “Andrea Stramaccioni ce lo teniamo stretto, visto che sono un suo tifoso – aveva garantito il numero uno friulano  -. Ci siamo comunque ripromessi di aspettare le ultime partite di campionato per capire quale sarà la squadra del futuro. Non ipotechiamo il futuro per nessuno”. Già, le ultime partite per comprendere quale sarà l’Udinese: e queste ultime gare sono concise con sconfitte inaspettate e dolorose, l’ultima quella col Sassuolo (l’ottava in casa). Per il futuro non v’è certezza, quindi: perché le risposte che dovevano arrivare non sono state sufficienti, la società si attendeva certamente di più. Andrea+Stramaccioni+UC+Sampdoria+v+Udinese+U2ywfNvn8NZlCosì ecco le voci che portano a presunti contrasti tecnici tra l’allenatore romano e il club bianconero. Il tecnico dopo la sconfitta con gli emiliani non ha perso la calma, convinto del suo operato e di quanto seminato in prospettiva. A caldo ha raccontato che Pozzo e il sindaco di Udine, Furio Honsell, si sono recati negli spogliatoi per salutare la squadra, non è trapelato nulla su possibili dissidi. Poi, martedì le voci, come detto. Nel pomeriggio il ds bianconero, Cristiano Giaretta, ha subito smentito categoricamente quanto fuoriuscito su internet:  «Smentisco in modo categorico che ci siano delle incomprensioni tecniche. Non capisco come possano essere uscite queste voci». Certamente in questo periodo è facile creare tempeste in un bicchier d’acqua, i procuratori giocano con queste cose, specie se devono ‘piazzare’ i loro assistiti: vale per i giocatori, vale per gli allenatori. Basti pensare a quanto uscito sui giornali rumeni riguardo Bergodi…. Ha però anche aggiunto che la prossima settimana ci sarà un incontro tra le parti. Un confronto annunciato da tempo, che metta in chiaro le cose. Strama ha le idee chiare su come progettare la prossima stagione, le ha sempre avute. Largo a un ricambio fisiologico, con i ‘senatori’ (Di Natale e Domizzi) benvenuti, ma utili solo part time. Ecco il nodo da sciogliere, probabilmente: la società non vorrebbe privarsene ancora, anzi considera soprattutto il capitano ancora imprescindibile. Al suo fianco arriverebbe sì una punta importante, ma non  formata come vorrebbe il tecnico, il quale già a gennaio sognava Quagliarella e Niang, nomi che la società non ha accolto per vari motivi. A quanto pare il mercato sarebbe quindi il nodo della vicenda: anche perché Allan, da quanto dicono a Torino, è davvero in procinto di passare alla Juve, anche se quest’operazione è rimandata a dopo la finale di Berlino. In cambio la Vecchia Signora darebbe Berardi e, forse, il friulano Padoin. I nomi per un eventuale sostituto di Strama? Pochi, tre: Donadoni, Di Francesco e Colantuono. Il primo piacerebbe non poco a Di Natale, il secondo sarebbe un pallino di Pozzo, il terzo è un nome che circola da mesi. Per ora rimane il frastuono di un temporale (che sa molto di tempesta) con grandinate, lampi, tuoni il cui esito a terra è ancora tutto da decifrare. L’incontro della prossima settimana sarebbe normale in ogni club, meno se si considerano i problemi dell’Udinese di quest’anno. In ogni caso serve chiarezza: l’Udinese qualunque strada scelga, necessita di certezze per il futuro. Anche per questo la domanda sorge spontanea: che certezza darebbe  un allenatore nuovo di zecca con una squadra ancorata ancora a un ciclo che non sembra mai finire?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy