Udine, aumentano i controlli: “Ma non ci sono allerte specifiche”

Udine, aumentano i controlli: “Ma non ci sono allerte specifiche”

Commenta per primo!

La paura generata dagli attentati di Parigi è tanta e dopo che anche due partite internazionali sono state annullate per paura del terrorismo, è ovvio che negli stadi italiani ci sia massima allerta. Compreso il Friuli di Udine dove domenica si disputerà la gara di campionato tra Udinese e Sampdoria. La circolare inviata dal ministero dell’Interno e dal Capo della Polizia che eleva lo stato d’allerta e aggrava le misure di sicurezza è stata recapitata anche alla Questura di Udine. Ne conseguiranno dunque controlli sui documenti degli spettatori anche nelle aree di prefiltraggio ad opera di steward e polizia, che potranno rallentare l’afflusso all’impianto. Da qui la raccomandazione ai tifosi di recarsi allo stadio per tempo. Eventuali ulteriori misure di sicurezza, quali la presenza di cani anti-esplosivo e metal detector, saranno decise sabato durante la riunione del Gos. ”Gli stadi sono considerati obiettivi sensibili come tutti i luoghi in cui c’è una particolare concentrazione di persone – spiega il Questore di Udine Claudio Cracovia -. Non ci sono minacce o allerte specifiche per Udine”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy