Udine: esposto sul nome dello stadio

Udine: esposto sul nome dello stadio

Depositato da 8 consiglieri comunali all’Autorità anticorruzione. Solo in mattinata sull’argomento era intervenuto il Presidente del club bianconero, Soldati, ribadendo che il nome rimane ‘Friuli’, Dacia è il nome dello sponsor.

Commenta per primo!

Un esposto all’Autorità anticorruzione perché “intervenga affinché sia ripristinato il corretto uso della denominazione ufficiale dello stadio Friuli”, è stato depositato da 8 consiglieri del Comune di Udine. Nell’atto si chiede anche di “verificare la legittimità di esporre e della posa in opera delle insegne di esercizio (“Dacia Arena”) all’esterno dello stadio”.

Come riportato dall’Ansa, i consiglieri comunali – di Forza Italia, Identità civica, Pdl, Lega Nord, Per Udine, Udc – sottolineano di aver informato anche il procuratore capo di Udine Antonio De Nicolo e di aver depositato anche un dossier di 150 pagine completo di rassegna stampa e delle delibere comunali in cui si sostiene che “per nessun motivo dev’essere modificato il nome stadio Friuli”.

Per i denuncianti, “seppur non esista nessun atto che comprovi l’avvenuto cambio di denominazione, l’uso delle attuali e non corrette diciture Stadio Dacia Arena – Udine e Dacia Arena” potrebbero indurre a pensare che “la denominazione originale e ufficiale sia, di fatto, cambiata”.

Solo in mattinata il presidente Soldati aveva parlato della questione:  “Il nome rimane ‘Friuli’, Dacia è lo sponsor. Mi sembra che qualcuno abbia creato ad hoc un problema che non esiste. I problemi sono ben altri, il Consiglio comunale dovrebbe preoccuparsi di altre tematiche. Il fatto di aver associato il nome dello stadio alla sponsorizzazione della Dacia non può fare tanto rumore: vediamo di risolvere i veri problemi che ci sono oggi nella nostra città”, aveva detto in conferenza stampa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy