Udinese, a Parma con lo stesso coraggio e la stessa voglia

Udinese, a Parma con lo stesso coraggio e la stessa voglia

Commenta per primo!

Archiviata la domenica di Pasqua e l’ottimo risultato ottenuto dai bianconeri in casa del Genoa è già ora di pensare al prossimo imminente impegno, quello di mercoledì sera in quel di Parma contro l’imprevedibile squadra di Donadoni.
L’Udinese vista all’opera contro la squadra di Gasperini è piaciuta un po’ a tutti, ha confermato di essere in crescita sotto tutti i punti di vista, ha mostrato personalità, voglia di combattere su ogni pallone, una buona organizzazione di gioco, insomma contro un avversario di tutto rispetto come il Genoa squadra aggressiva e di qualità mai facile da affrontare, i bianconeri hanno fatto capire benissimo di non avere nessuna intenzione di vivacchiare da qui a fine stagione ma di voler giocarsi partita dopo partita cercando di ottenere più punti possibili.
Mister Stramaccioni ha spiazzato tutti schierando titolare a sorpresa il croato Perica che ha ben impressionato, attaccante forte fisicamente, rapido e dotato di una buona tecnica, che ha ripagato ampiamente la fiducia datagli dal tecnico. L’allenatore bianconero ha detto a chiare lettere che da qui a fine stagione giocherà titolare solamente chi lo convincerà in allenamento, ed è giusto che sia così, con uno sguardo pure al futuro visto che Di Natale non è eterno e qualche soluzione alternativa va sperimentata da subito. Il futuro è già adesso quindi, la scelta di puntare su Perica a Marassi con esclusione di Totò Di Natale dai titolari va in questa direzione, l’Udinese non deve farsi trovare impreparata in questo senso.
Piccola parentesi, è stravagante che un notissimo quotidiano sportivo nazionale abbia giudicato insufficiente la prestazione di Perica contro il Genoa, quando praticamente tutti l’hanno lodato e applaudito per il suo esordio in serie A. Stranezze del calcio, ma si sa il mondo è bello perchè è vario.
Come detto ora è il momento di pensare esclusivamente al match di Parma, gara particolare per una serie di motivi che conosciamo tutti contro un avversario ferito nell’orgoglio, che a San Siro contro l’Inter ha dimostrato di voler disputare un finale di stagione dignitoso per rispetto di sé stessi e dei propri tifosi. E’ assolutamente vietato pensare che a Parma sarà una partita facile, chi ha questo pensiero in testa è meglio che se lo levi da subito perchè al Tardini sarà battaglia.
All’Udinese servirà lo stesso coraggio e lo stesso spirito messo in mostra contro il Genoa, solo così potrà sperare di ottenere un risultato positivo altrimenti ci sarà il rischio di andare incontro a brutte sorprese.
In questo preciso momento della stagione l’Udinese è una squadra che dà l’idea di cominciare a divertirsi, i bianconeri affrontano le gare con maggior spensieratezza e coraggio, senza fare troppi calcoli o previsioni azzardate. Prima il Parma, poi il Palermo al Friuli, due gare difficili ma abbordabili, l’Udinese può puntare al bottino pieno, proponendo un buon calcio e mettendo in mostra qualche giovane di talento stile Perica per conoscere realmente chi è da Udinese e chi no.
I tifosi non chiedono di meglio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy