Udinese – Al Hilal 1-0

Udinese – Al Hilal 1-0

Ultima amichevole in Austria, terzultima del pre stagione per l’Udinese targata Iachini: in campo i giocatori che non saranno impegnati col Middlesbrough

Commenta per primo!

UDINESE – Scuffet; Angella, Serafin, Samir; Edenilson, Hallfredsson, Lodi, Jankto; Thereau, Kone; Harbaoui. A disposizione Karnezis, Perisan, Heurtaux, Felipe, Danilo, Armero, Zapata, Badu, Penaranda, Lucas Evangelista, Iniguez, De Paul, Balic, Widmer, Matos, Fofana, Perica. All. Iachini

AL HILAL – Al Hilal (4-5-1): Al Muaiouf; Al-Burayk, Jahfali, Zahim, Osama; Eduardo, Khaibri, Salman.F, Kaabi, Nawaf; Bonatini. A disp: Marwan, Wakid, Sharahili A., Otayf, Shalhoub, Aldawsari, Kariri, Nassir, Alhafith, Alruwaili, Yasser, Thunayyan, Salem, Alsuwat, All. Matosas.

PRIMO TEMPO I bianconeri che non scenderanno in campo col Middlesbrough, hanno la possibilità di mettersi in luce in questa gara amichevole, dove comunque troviamo alcuni pseudo titolari, come Angella, Lodi, Jankto, Thereau; in campo anche il giovane Serafin, un premio alla sua abnegazione in questo ritiro.
Ritmi bassi nei primi 15 minuti, campo non in condizioni perfette, ma comunque approccio molto blando da parte dell’Udinese.
Davvero poco da raccontare in cronaca nella prima parte di gara: fasce poco propositive, centrocampo macchinoso, con gli arabi che si fanno invece pericolosi al 22′ con una manovra che ingabbia i bianconeri.
L’Udinese si vede al 27′ con Thereau che manda alto su cross di Hallfredsson.
Al 29′ su calcio piazzato il gol dell’Udinese: batte Lodi dal limite, spizzica Samir per Thereau che insacca. Bello lo schema su palla inattiva, non il primo visto inc questo periodo.

SECONDO TEMPO Si riprende con Felipe per Serafin e Penaranda per Harbaoui: cambia anche il modulo con un 3-4-2-1 e Kone e Penaranda alle spalle di Thereau. Udinese più offensiva, ma ritmi sempre blandi.
Cambi in massa l 60′ anche per l’Al Hilal, partita che cambia radicalmente volto ovviamente.
Anche nella ripresa per i bianconeri poco gioco offensivo sulle fasce, per cui manovra facilmente prevedibile. La squadra di Iachini si vede al 35 su punizione battuta da Lodi e per qualche giocata di Peñaranda. Proprio il venezuelano al 27′ si fa vedere con un palo dopo aver raccolto la respinta del portiere su tiro di Badu.

Finisce senza ulteriori emozioni, con l’Udinese che ha svolto una sgambata più che una partita vera e propria, anche in virtù degli allenamenti sostenuti in questi giorni, anche in mattinata. Poche indicazioni, con un centrocampo ancora in divenire, ma una difesa che tutto sommato ha retto contro una squadra che non ha lesinato impegno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy