Udinese: al lavoro per la partita col Bologna, stavolta è vietato sbagliare

Udinese: al lavoro per la partita col Bologna, stavolta è vietato sbagliare

In casa Udinese si respira finalmente un clima positivo, la paura sembra essere passata e la squadra lavora a pieno regime per preparare al meglio la partita casalinga contro il Bologna. I tifosi si aspettano una vittoria in casa e magari un cambio di marcia, stavolta sarà meglio non deluderli.

1 Commento

Come riportato nei giorni scorsi sia Thereau sia Felipe hanno ribadito la piena consapevolezza della squadra e il desiderio di tornare a vincere, trovando anche parole di elogio per i nuovi arrivati. In particolare il difensore brasiliano ha dichiarato ai microfoni di TMW: “Siamo in crescita, ora bisogna avere continuità. I nuovi ci daranno una mano, tutti devono capire cosa è Udine, dove si sta bene ma i tifosi chiedono comunque tanto. Col Carpi potevamo dare una svolta al campionato e invece abbiamo perso, ma da lì in poi siamo cresciuti”.

Quella contro il Bologna non sarà sicuramente una partita facile, visto che la squadra di Donadoni dopo un inizio difficile con Rossi ha iniziato a giocare bene e vincere, riuscendo addirittura a uscire dalla zona retrocessione e accomodarsi a metà classifica con ben 30 punti, tre in più rispetto alla squadra friulana. Ottenendo tra l’altro vittorie di gran spessore contro il Milan e in particolare contro il Napoli primo in classifica. Si prevede quindi uno scontro accesso che i bianconeri devono assolutamente portare a casa per guadagnare la serenità, la sicurezza e per riportare dalla loro parte i tifosi, visto che continuando di questo passo si rischia che l’anno prossimo il nuovo stadio si prospetti ancora più vuoto (salvo colpi di scena).

L’unico problema di formazione per Colantuono è costituito dalla squalifica di Badu, per il resto tutte le prime e pure le seconde scelte sono disponibili. Non ci sono quindi più alibi legati a infortuni, partite troppo ravvicinate o giocatori stanchi. Colantuono sa bene, anche se non lo da a vedere, che questa partita è importante anche per lui, visto la deludente stagione fatta finora nella quale ha dovuto più volte giustificare cali di concentrazione e brutte sconfitte che buone prestazioni e risultati soddisfacenti. E’ in queste gare e in quelle successive che l’allenatore romano deve dimostrare di meritarsi la riconferma anche per il prossimo anno. Pozzo ha sempre avuto fiducia in lui, ma si sa che questa ha un limite. Come è accaduto infatti la stagione passata per Stramaccioni, lo stesso potrebbe succedere alla fine di questa per il mister ex-Atalanta.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. riso68 - 11 mesi fa

    L’anno scorso a gennaio fu ceduto Muriel ed arrivò Aguirre.
    Quest’anno la società ha capito di aver sbagliato (di nuovo) il centrocampo e lo ha ricostruito.
    Non sono arrivati fenomeni ma calciatori pronti per dare una mano e creare un poca di sana concorrenza nello spogliatoio.
    Sperando che gli infortuni cessino, adesso anche dal tecnico ci si aspetta di più, ovviamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy