Udinese alla pari contro il Genoa

Udinese alla pari contro il Genoa

Di certo l’Udinese non parte più con i sfavori del pronostico. Non sarò facile ma è possibile e già questa è una vittoria per Delneri dopo tante sofferenze.

1 Commento

Solo un mese fa Genoa-Udinese sembrava una trasferta da incubo per i bianconeri. La squadra di Iachini non aveva identità, ricalcava quelle viste negli ultimi anni, senza gioco, senza idee e senza personalità. Poi l’avvento di Delneri ha cambiato tutto. Non si sa se l’effetto del ‘Patriarca di Aquileia’ avrà lunga durata come sperano tutti i tifosi, oppure se alla lunga verrà ridimensionato da vecchi problemi. Intanto però qualcosa di importante c’è: l’Udinese non molla mai e soprattutto ha iniziato segnare con continuità e con otto gol in tre gare è da considerarsi rigenerato.

La faccia opposta della medaglia dice però che ci sono ancora troppi errori nei disimpegni, con una difesa che un gol lo prende sempre. A Genova, in uno stadio fortino, sarà indispensabile fare quadrato dietro.

Delneri sta ancora studiando le pedine migliori: certi del posto sono Felipe proposto come terzino (il brasiliano ha accettato con favore la richiesta del tecnico di spostarsi lateralmente, anche se non svolgeva questo compito da parecchi anni), e Danilo che continua a palesare alti e bassi, ma è considerato leader anche in virtù della fascia da capitano. A Marassi Angella e Heurtaux potrebbero essere gli altri due interpreti con il francese a destra (per dare un turno di riposo a Widmer) e l’ex Watford di nuovo al centro.

In mezzo anche Kums sta deludendo: un turno di riposo potrebbe starci, riproponendo così il terzetto visto nella ripresa co, Torino, quello che ha spinto la squadra ad alzare il baricentro e a giocare con maggiore energia. Si tratta di Hallfredsson (ancora alle prese con un leggero affaticamento però) davanti alla difesa, Badu e Fofana.

Davanti anche De Paul non sta rendendo: troppo solita per una squadra operaia come l’Udinese, per cui potrebbe ar posto a un Perica che scalpita o a un Matos che a Genoa di contropiede potrebbe essere più che utile accanto a Zapata e Thereau.

Di certo l’Udinese non parte più con i sfavori del pronostico. Non sarò facile ma è possibile e già questa è una vittoria per Delneri dopo tante sofferenze.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. riso68 - 1 mese fa

    Perché Heurtaux a destra?
    Vidmer ha problemi fisici?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy