Udinese – Bologna…verso la ‘finale’

Udinese – Bologna…verso la ‘finale’

Il punto della situazione su Udinese e Bologna che al ‘Friuli’ (si chiama così, cribbio….) si giocheranno la salvezza in una sfida da dentro o fuori.

di Redazione

L’Udinese continua la sua preparazione in vista della sfida salvezza col Bologna. Porte chiuse al pomeriggio, aperte al mattino nella prima seduta settimanale in avvicinamento a quella che si può dire, senza presunzione, la partita più importante degli ultimi anni. Oddio, anche con Guidolin in panchina nell suo ultimo anno, al Dall’Ara con l’Udinese in caduta libera, ci fu una gara analoga. Ma allora i bianconeri avevano una panchina solida e una squadra senza dubbio superiore. Oggi… Lasciamo stare.

Martedì Ekong e Ter Avest  nuovamente in gruppo. Il primo giocherà sicuramente, il secondo andrà in panchina.  In gruppo ancora Sandro, che esordirà quasi certamente nel 3-5-2 che difficilmente cambierà nella gara decisiva: come può un allenatore cambiare assetto proprio quando la squadra, in piena crisi d’identità, si gioca i tre punti che possono valere una salvezza? Mah, chiedetelo ai giornalini, anche se ovviamente è nostro auspicio da tempo vedere qualche modulo più logico. Ma proprio la logica dice che i cambiamenti, se avverranno, si verificheranno a gara in corso, non inizialmente dove per entrambe l’importante sarà non prenderle. Per cui più che di 3-5-2 è giusto parlare di 5-4-1.

Tornando ai singoli Okaka è recuperabile mentre Lasagna ha lavorato  con la maschera protettiva. Sul campo tre, al lavoro con un preparatore personale, il polacco Teodorczyk che andrà in panchina come contro il Chievo.

Fuori Badu, Barak, Behrami e Samir, oltre allo squalificato Fofana e D’Alessandro.

Per cui ecco che confermiamo, anche se Nicola nel pomeriggio ha provato a porte chiuse alcune soluzioni, che la base di partenza sarà data da Musso tra i pali; in difesa De Maio, l’ex di turno, in compagnia di Noytink e Ekong. Laterali più bassi che alti Larsen e Zaagelar; mediana completata da De Paul (who else, come direbbe il buon Giorgino Clooney), Mandragora e davanti alla difesa Sandro pronto come detto all’esordio; davanti Pussetto (con chiare mansioni difensive) e Lasagna favorito su Okaka, anche se qui il ballottaggio rimane sempre aperto. L’ex Watford del resto “s’incazza” se non gioca come da sua stessa ammissione, per cui… vedete un po’ voi lettori attenti ai particolari.

QUI BOLOGNA Ripresa della preparazione anche per il Bologna in vista del match di domenica in casa dell’Udinese. Per i rossoblu’ di Sinisa Mihajlovic allenamento pomeridiano a Casteldebole con seduta atletica, esercitazioni tecnico-tattiche e sulle conclusioni a rete, quindi per finire una partitella a campo ridotto. Federico Mattiello e’ rientrato in gruppo e si e’ allenato regolarmente con i compagni, differenziato per Mattia Destro, che comunque ci dovrebbe essere al ‘Friuli’. Mercoledì doppia seduta di allenamento a porte chiuse, come l’Udinese del resto: a conferma che per entrambe quella di domenica sarà  una finale.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy