Udinese, che gioco delle coppie!

Udinese, che gioco delle coppie!

Due per ruolo, questa sembra essere l’indicazione principale data da Stefano Colantuono in questo ritiro 2015, che si chiuderà sabato sera a Lignano dopo l’amichevole col Padova.
Gli esuberi stanno per essere ‘piazzati’, per cui la rosa ristretta dei 25 sta per essere completa, con qualche casella che, ovviamente, sarà tenuta libera per ulteriori riflessioni che si faranno da qui al 16 agosto, quando è prevista la prima ufficiale in Coppa Italia. La data non è un refuso, l’Udinese, infatti, giocherà in posticipo per permettere la diretta tv alla RAI.

Intanto, come detto, si procede alla creazione della ‘Super Lista’ finale. Per la porta Orestis Karnezis è indiscutibilmente il numero uno. Alle sue spalle è cresciuta molto la quotazione di Rafa Romo, spesso utilizzato che dovrebbe, a questo punto, fare il vice. Ovviamente c’è ancora incertezza, in quanto Simone Scuffet per adesso rimane, per cui se non dovesse trovare sistemazione è chiaro che il ruolo di vice apparterrebbe a lui. Come terzo Alex Meret non dovrebbe avere rivali.

In difesa il gioco delle coppie prevede Danilo e il redivivo Neuton come centrali. Il biondo brasiliano, finalmente collocato nella sua posizione, appare maturato, sia tatticamente sia fisicamente. Con loro sulla sinistra la felice accoppiata Domizzi/Piris. Mentre sul lato opposto se la vedranno Heurtaux e Wague. Per adesso il francese è il titolare, chiaro che se il mercato dovesse portare novità il club non si farà trovare impreparato. In questo senso non è da scartare un ritorno di fiamma per Samir del Flamengo.

A centrocampo, come già sottolineato, il ruolo davanti alla difesa per ora prevede tre uomini: Guilherme, Merkel (anch’egli in ascesa nel rendimento e nelle preferenze del tecnico) e il neo acquisto Iturra, per ora ancora da decifrare.
Come mezzala destra Badu e Pinzi sembrano essere i prescelti, mentre a sinistra se la vedranno Kone e Fernandes. Più facile il discorso sulle fasce dove Ali Adnan sta confermando di essere un buon giocatore e si sta facendo preferire attualmente a Pasquale, ancora un po’ indietro di condizione. Dalla’ltra parte lo stesso vale per Edenilson, che ad oggi sembra offrire maggiori garanzie rispetto a Widmer. La domanda che tutti si fanno è: accetterà lo svizzero il ruolo di sparring partner sulla corsia destra dopo un anno da titolare indisturbato? Vedremo, ai dirigenti bianconeri il compito di sciogliere i dubbi.

Veniamo all’attacco: due maglie per quattro, questa la situazione. Thereau e Zapata da una parte, Di Natale e Aguirre o Perica dall’altra, ma essendoci duttilità ci potrebbe essere un interscambio, ovviamente, di coppie.

Dietro a questi ci sarà da inserire qualche giovane per rispettare il nuovo regolamento. Ma il dado sembra (quasi) tratto. Quindici giorni circa e si parte ufficialmente, l’Udinese sta scaldando i motori, le caselle oramai prendono forma.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy