Udinese, contro il Toro gol, spettacolo e qualche rammarico

Udinese, contro il Toro gol, spettacolo e qualche rammarico

In vantaggio con Jankto e Perica, i bianconeri si fanno rimontare dalle reti di Moretti e Belotti. I granata colpiscono anche due traverse e un palo, ma è il gioco veloce a frizzante di entrambe le squadre a rendere piacevole il primo turno di primavera

Torino-Udinese, quante emozioni! Se per molte squadre trovarsi senza obiettivi “concreti” implica un impoverimento del gioco e dell’intensità in campo, le formazioni di Sinisa Mihajlovic e Gigi Delneri hanno dimostrato di essere la favolosa eccezione. Il lunch match odierno allo stadio Olimpico, infatti, ha offerto uno spettacolo di qualità per gli amanti del calcio, un vero e proprio scontro diretto per il decimo posto, terminato esattamente come l’andata: 2-2. Ma lo sviluppo dell’incontro è stato piuttosto diverso. L’Udinese ha più di un motivo per recriminare sul risultato odierno. Il doppio vantaggio firmato Jankto-Perica andava gestito diversamente, anche se non possiamo dimenticare le tante assenze che hanno colpito la rosa friulana. Bravo il Torino – sempre in partita – a riaprire la gara (dopo aver colpito anche una traversa e un palo) e a riacciuffare un pareggio che sembrava quasi impossibile. I bianconeri, invece, possono festeggiare sia il quarto risultato utile consecutivo che li tiene sempre a meno quattro dal decimo posto sia la rete di Jakub Jankto, la quinta stagionale. Peccato che il folletto ceco con il Genoa non ci sarà causa squalifica, ma l’Udinese ritroverà sicuramente altri protagonisti.

Delneri deve fare di necessità virtù: oltre a Faraoni e Fofana, anche Thereau, Felipe e Karnezis sono rimasti a Udine, mentre

TURIN, ITALY - APRIL 02:  Andrea Belotti (R) of FC Torino is tackled by Sven Kums of Udinese Calcio during the Serie A match between FC Torino and Udinese Calcio at Stadio Olimpico di Torino on April 2, 2017 in Turin, Italy.  (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – APRIL 02: Andrea Belotti (R) of FC Torino is tackled by Sven Kums of Udinese Calcio during the Serie A match between FC Torino and Udinese Calcio at Stadio Olimpico di Torino on April 2, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Hallfredsson è stato costretto ad alzare bandiera bianca nella notte per una colica renale. Confermato, dunque, Scuffet tra i pali con Widmer, Danilo, Angella e Samir in difesa; Jankto, Kums e Badu in mediana; Zapata e Perica in avanti con De Paul che funge da collante tra centrocampo e attacco. Mihajlovic risponde con Hart in porta; Zappacosta, Rossettini, Moretti e Molinaro in difesa; Acquah, Lukic e Baselli nel mezzo; Iago Falque, Belotti e Ljajic in attacco. Avvio di gara molto vivace, con ritmi piuttosto alti. Al quinto minuto si segnala il primo intervento del direttore di gara Ghersini: Rossettini atterra Perica a pochi metri dall’area granata, giallo e squalifica per il difensore del Toro (già diffidato). Subito dopo si registra anche un’ammonizione ai danni dei friulani, è Kums a finire sul taccuino del direttore di gara per un fallo ai danni di Belotti. Al 13′ Mihajlovic deve effettuare il primo cambio del match: fuori Iago Falque (alle prese con qualche problema fisico), dentro Iturbe. Le squadre si affrontano a viso aperto con continui capovolgimenti di fronte, ma senza chiare occasioni da rete. La prima capita a Zappacosta: al 27′ il difensore azzurro prova a sorprendere Scuffet con una conclusione da fuori, ma il pallone finisce di poco a lato. E’ l’anticamera di un finale di tempo molto frizzante. Al 35′ si registra una progressione sulla destra di De Paul, l’argentino crossa sul secondo palo per Zapata, che colpisce di testa, interviene Jankto che dall’altezza del dischetto manda clamorosamente alto. Quattro minuti più tardi ancora una stupenda azione di De Paul, il suggerimento dell’argentino viene intercettato da Perica che effettua un tiro-cross per Zapata che, ben appostato sul secondo palo, colpisce con la punta non riuscendo a inquadrare lo specchio. Successivamente è il Toro è a fare la voce grossa. Al 40′ Zappacosta batte un corner dalla destra, Belotti salta più in alto di tutti e colpisce di testa trovando la traversa. Due minuti dopo, sempre da corner battuto dalla destra, i padroni di casa colpiscono un altro legno: questa volta è Rossettini a vedersi negato il gol. Sulla respinta, Moretti sbaglia il tap in vincente consegnando di fatto il pallone a Scuffet. Nella ripresa, il Torino prova subito a rendersi pericoloso: corner battuto dalla sinistra, pallone respinto in area da Angella, riceve Acquah che colpisce di sinistro trovando la grande parata di Scuffet che devia in corner. Un minuto dopo l’Udinese passa in vantaggio: contropiede di Jankto che dal limite dell’area colpisce con un missile che si infila sotto la traversa. Al 10′ Mihajlovic richiama Lukic per Boyè, mentre al 16′ Delneri inserisce Heurtaux per De Paul. Al 18′ Widmer conclude dal limite, sul ribaltamento di fronte il Toro Belotti conclude, trovando prontissimo Heurtaux a deviare in corner. Cinque minuti l’Udinese raddoppia: Badu apre per Zapata che da posizione angolata conclude un diagonale diretto verso la porta, che viene ribadito in gol da Perica. Il Toro non si perde d’animo e al 25′ riapre la gara con Moretti, fortunato a trovare la deviazione del corpo di Samir sulla conclusione da dentro l’area. Mihajlovic concede una chace anche a Maxi Lopez, schierato al 26′ al posto di Baselli, mentre al 32′ scatta l’ora di Adnan, entrato per Kums. L’Udinese però continua a perdere metri preziosi: ne approfitta Zappacosta che recupera un pallone d’oro trasformato in gol da Belotti (il 23° stagionale) autore di un preciso colpo di testa sul quale Scuffet non riesce a intervenire. A 6 minuti dal termine entra Matos per Perica, ma è ancora Scuffet a prendersi gli applausi per un’ottima chiusura su Ljajic. In pieno recupero da segnalare, infine, il giallo a Jankto che salterà il match con il Genoa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy