Udinese, contro la Roma servono punti e meno complimenti

Udinese, contro la Roma servono punti e meno complimenti

Arriva al Friuli la Roma di Spalletti, all’Udinese stavolta non bastano i complimenti ma servono punti per rilanciarsi in campionato

Commenta per primo!

Come ha sempre detto mister Delneri è sempre meglio fare punti che ricevere complimenti, perché alla fine sono i risultati a determinare i giudizi e le critiche, ed è preferibile in certe occasioni magari essere meno belli ma più concreti e cinici per migliorare una classifica che al momento è per l’Udinese certamente positiva ma non ancora soddisfacente.

La sconfitta interna contro l’Inter ha lasciato a dir poco l’amaro in bocca, una prestazione di altissimo livello come quella dei bianconeri in particolare nel primo tempo avrebbe meritato ben altro epilogo ma resta comunque la consapevolezza di aver ammirato la miglior Udinese della stagione per organizzazione e intensità di gioco. Il fatto di essere rimasti a mani vuote a fine partita non deve demoralizzare squadra e ambiente ma deve dare un ulteriore spinta contro la Roma di Spalletti per cercare stavolta di ottenere un risultato positivo contro una delle principali candidate per lo scudetto.
La Roma arriva a Udine reduce dal successo esterno sofferto ma preziosissimo ottenuto a Genova contro i rossoblu che le ha permesso di rimanere sulla scia di una Juventus che sembra non avere avversari in campionato. I giallorossi di Spalletti arrivano in Friuli con qualche defezione importante ma una delle principali qualità della Roma resta il collettivo, un gruppo al quale l’ex tecnico dell’Udinese ha restituito gioco e mentalità vincente. L’Udinese dal canto suo si trova a fare a meno di una pedina estremamente importante come Silvan Widmer ma un tecnico esperto ed intelligente come Delneri avrà sicuramente escogitato qualcosa per cercare di mettere in difficoltà i giallorossi.

Se l’Udinese sarà in grado di ripetersi e metterà in campo la stessa determinazione ammirata contro l’Inter ci sono molte possibilita di ottenere un risultato positivo, perché come si è detto nei giorni scorsi, giocando come contro i nerazzurri l’Udinese di partite ne perderà poche da qui a fine campionato, non è un augurio ma una certezza. Sarà fondamentale mantenere sempre alta la tensione contro qualsiasi avversario perchè la partita che preoccupa più Delneri, come ammesso dallo stesso tecnico dell’Udinese, è la trasferta di Empoli, gara successiva all’impegno casalingo contro la Roma. Contro avversari come Inter, Roma o Milan le motivazioni arrivano da sole, ma lo spessore e la caratura di una squadra che ambisce al patentino da grande si vedono invece in match come quello contro l’Empoli, trasferta che nasconde molte insidie per i bianconeri friulani.
La Roma verrà al Friuli per ottenere il massimo e per portare a casa tre punti che le permetterebbero di restare agganciata al treno scudetto, sarà fondamentale per la squadra di Delneri non ripetere gli errori commessi domenica scorsa, sarà necessario essere più cinici e magari meno belli per dare una svolta alla propria stagione, perché l’Udinese di Delneri merita di lottare per qualcosa di importante da qui a fine campionato e per cercare di avvicinarsi alle zone di classifica che contano è ora di dare una sterzata decisiva, il campionato non aspetta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy