Udinese da sfatare il tabù ‘Friuli’. Tavian: 3-5-2 ideale

Udinese da sfatare il tabù ‘Friuli’. Tavian: 3-5-2 ideale

Se la gara col Bologna era vista come fondamentale in chiave salvezza, quella col Genoa non è da meno, anche se i te punti presi al Dall’Ara sono di quelli pesanti, anche per il morale, ma se non si riesce a capitalizzarli al ‘Friuli’ succederà come con la Juve, ovvero un risultato fine a sé stesso. “La squadra deve sfatare questo tabù. Lo stadio ha dato vantaggi agli avversari, che poi dopo le vittorie di Udine hanno sempre perso. La squadra sente questo handicap”, afferma Marco Tavian, allenatore e opinionista tv. “Ora – prosegue – dobbiamo far capire che la mini crisi è passata. La vittoria di Bologna è stata un toccasana, anche se il Genoa non è facile da affrontare: è una squadra che non ti fa giocare. Non sarà facile vincere, ma l’importante è dare seguito ai risultati”.

Come spiegare l’altalena di prestazioni?
“Il primo tempo di Bologna lo spiego con il fatto che dopo le sconfitte, l’Udinese è entrata in campo con un po’ di paura, era contratta. La squadra era preoccupata poi, una volta sotto, ha giocato mentalmente libera e ha portato a casa i tre punti. Se i giocatori capiscono che la crisi è alle spalle e giocano come sanno fare, i punti vengono”.

Che Genoa attendersi?
“Perotti ha cambiato posizione, non è più una punta esterna, fa il trequartista. Gasperini gioca col 3-4-1-2. Se dovessimo giocare a cinque, come penso con Lodi in mezzo, sarebbe l’ideale: Lodi o Iturra andrebbero su Perotti, escludendolo di fatto. Poi si andrà a vedere gli uno contro uno, ma l’Udinese avrebbe sempre un esterno destro o sinistro più libero. Di contro loro giocano a tre dietro, per cui metterei i due esterni larghi, in modo da far allargare Cissoko e Laxalt. Tatticamente il 3-5-2 è l’ideale per affrontare questo Genoa”

Quanto pesa l’infortunio di Zapata?
“E’ classificabile a una iettatura! Era il giocatore che trascinava la squadra inc questo momento, noi in rosa non abbiamo un altro così. Aguirre è rapido, ma non ha la sua forza. Per forza Thereau deve ripiegare a fare la punta, che ha fatto bene l’anno scorso, ma deve giocare più vicino a Totò e alla porta. Deve sforzarsi per non uscire dalla zona nevralgica avversaria”

Di Natale può reggere da titolare?
“Totò può giocare tutti i novanta minuti. Fino a quando si gioca una gara ogni sette giorni può farlo, sarà ancora a zero gol fatti, ma ha fatto gli assist. Non vedo cali, solo non ha calciato in porta, ma è una cosa che capiterà. Sta diventando un uomo assist”

 

Udinese (3-5-2) Karnezis; Wague, Danilo, Piris; Edenilson, Lodi, Badu, Bruno Fernandes, Adnan; Thereau, Di Natale.
A disp.: Meret, Romo, Felipe, Domizzi, Insua, Pasquale, Widmer, Iturra, Kone, Marquinho, Aguirre, Perica. All.: Colantuono
Squalificati: –
Indisponibili: Guillherme, Merkel, Heurtaux, Zapata

Genoa (3-4-3) Lamanna; De Maio, Burdisso, Marchese; Cissokho, Rincon, Dzemaili, Laxalt; Perotti, Pavoletti, Capel.
A disp.: Ujkani, Sommariva, Izzo, Diogo Figueiras, Tachtsidis, Lazovic, Ntcham, Gakpé. All.: Gasperini
Squalificati: Pandev
Indisponibili: Perin, També, Tino Costa, Munoz, Ansaldi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy