Udinese, ennesimo finale amaro: l’Inter si impone per 5-2

Udinese, ennesimo finale amaro: l’Inter si impone per 5-2

Nell’ultima sfida di campionato i bianconeri subiscono una pesante sconfitta. Nerazzurri avanti con doppietta di Eder, gol di Perisic, Brozovic e autogol di Angella. Le reti dei friulani portano la firma di Balic e Zapata

Troppa poca Udinese al Giuseppe Meazza. Falcidiata dalle assenze, tra squalifiche (Danilo e De Paul) e infortuni (Fofana, Samir e Perica), la formazione di Gigi Delneri si è presentata a Milano con la testa fin troppo leggera. Ne ha approfittato l’Inter che ha avuto la bravura di trasformare ogni occasione in gol. Il 5-2 è un risultato severo che “macchia” il finale di stagione dei bianconeri, i quali chiudono il campionato 2016-2017 con 45 punti (6 in più dello scorso anno), ma si fanno superare in classifica da Cagliari (+2) e Sassuolo (+1). Due, però, le note liete di una notte stonata: Andrija Balic, autore del momentano 4-1 e protagonista di una gara interessante, e Lucas Evangelista, che ha lanciato un chiaro segnale alla società per il futuro. Un futuro del quale non faranno presumibilmente più parte, invece, Duvan Zapata (che rientrerà al Napoli), Thomas Heurtaux (impiegato titolare questa sera, ma costretto a uscire nel corso del primo tempo per infortunio) ed Emmanuel Badu. Sarà la linea verde a primeggiare nell’Udinese 2017-2018, come confermano alcuni esperimenti effettuati da mister Gigi Delneri nelle ultime gare. Contro l’Inter il tecnico ha proposto un inedito 4-4-2 con Scuffet tra i pali; Gabriel Silva, Heurtaux, Angella e Felipe in difesa; Widmer, Hallfredsson, Balic e Jankto in mediana; Zapata e Thereau in attacco.

CRONACA. Al quinto minuto Eder raccoglie un cross dalla sinistra di Santon e infila Scuffet. Tredici minuti più tardi Perisic in spaccata sfrutta al meglio l’assist di Eder e poco dopo la mezz’ora innesca il sinistro di Brozovic per il momentaneo 3-0. L’Udinese non reagisce e i nerazzurri vanno al riposo sprecando più volte il colpo del 4-0. Il poker, però, è servito nella ripresa, ancora con Eder che al nono minuto ringrazia un ispirato Perisic: finte e controfinte del croato ai danni di Angella, palla agli undici per l’azzurro che di sinistro infila Scuffet. I tecnici effettuano diversi cambi: da segnalare il palo colto da Rodrigo Palacio, l’unico giocatore “risparmiato” dal pubblico nerazzurro, in contestazione da settimane con la società. Alla mezzora l’Udinese accorcia: tiro dal limite sotto all’incrocio e prima rete in serie A per il gioiellino croato. Ma dopo soli due minuti i padroni di casa ristabiliscono le distanze: Angella è sfortunato nel deviare nella propria porta un cross dalla sinistra di Kondogbia che vale il 5-1. Allo scadere, però, Zapata festeggia la doppia cifra stagionale raccogliendo un suggerimento sul secondo palo, a pochi centimetri dalla linea di porta. Ultimo gol in bianconero per il colombiano, ultima emozione della partita.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy