Udinese, fischi e fiaschi

Udinese, fischi e fiaschi

Fischi in campo, fischi sugli spalti con la solita contestazione verso Pozzo, ma non solo.

di Redazione

L’Associazione Udinese Club aveva chiarito che il sostegno ci doveva essere “anche se la squadra non lo meritava”. La Curva Nord è entrata con 45′ di ritardo con la spiegazione che la protesta era contro alcuni ‘DASPO’. Ma la contestazione verso la società c’è stata comunque dopo l’ennesima sconfitta (la 12ma in 13 gare), con i soliti cori verso Pozzo (soprattutto Jr) reo a dire dei tifosi che ha speso troppo poco per fare una squadra che non avrebbe dovuto soffrire e che, invece, si trova a lottare con i denti per salvarsi.

La situazione a Udine è tesa, c’è poco da dire. Oramai i rapporti tra società e tifosi sono logori da settimane, con la contestazione dopo  il ko col Crotone come apice di questi sentimenti, ma anche con i fischi a Benevento anche verso il neo arrivato Tudor al posto dello stimato Oddo.

Oggi dopo il 4-0 con l’Inter banconote che sventolano, cori e davanti due giornate che, comunque andrà a finire, lasceranno il segno nei rapporti. E in città c’è chi fa il solito ‘bene informato’ che parla di imminente cessione del club, ipotesi sempre smentita dalla società peraltro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy