L’Udinese ha scelto il nome per la panchina: Iachini

L’Udinese ha scelto il nome per la panchina: Iachini

L’Udinese sembra aver scelto il nome per la panchina: si tratta di Beppe Iachini, outsider nella lista fino ad oggi pensata. Contratto annuale con opzione sul secondo: l’ufficialità dovrebbe arrivare a breve

Commenta per primo!

Un nuovo nome si aggiunge alla rosa di allenatori papabili per l’Udinese, ed è un nome che potrebbe essere ufficializzato a breve: si tratta di Beppe Iachini, che sta attendendo dal Tribunale del Lavoro la rescissione del contratto col Palermo.
Si parla di contatti tra le parti insistenti, di una proposta annuale di contratto  (con opzione sul secondo anno) che l’allenatore avrebbe già accettato. Nello staff potrebbe avvalersi come vice di Fabio Viviani, che ritornerebbe a Udine dopo aver svolto lo stesso ruolo per Francesco Guidolin.

Inchini allo sprint ha superato Rolando Maran (che Campedelli non vuole mollare), Stefano Pioli (che ha tentennato), Marco Giampaolo (sul quale c’è anche il Milan) e Giampiero Gasperini (che potrebbe andare al Torino).

E’ già finita dunque l’avventura di Gigi De Canio, al quale non è bastata la salvezza per convincere Pozzo.

Iachini, a breve l'ufficialità con l'Udinese
Iachini, a breve l’ufficialità con l’Udinese

CHI E’ IACHINI: Da allenatore ha ottenuto quattro promozioni in Serie A con ChievoVerona (2007-2008), Brescia (2009-2010), Sampdoria (2011-2012) e Palermo (2013-2014). L’ultima stagione è stata a dir poco tribolata.  Col Palermo sembra  sembra iniziare bene, ma dopo le prime due partite, la squadra perde di convinzione e lucidità, riuscendo a conquistare solo cinque punti in dieci giornate frutto di una sofferta vittoria col Bologna per 1-0, due pareggi, entrambi in casa (con l’Inter per 1-1 e col Carpi per 2-2) e sei sconfitte. Torna alla vittoria in casa l’8 novembre battendo il ChievoVerona, con un gol di Alberto Gilardino, ma il 10 novembre viene esonerato dalla società e sostituito con Davide Ballardini. Viene richiamato ad allenare la prima squadra con il suo staff il 15 febbraio 2016.L’8 marzo 2016 si dimette da allenatore del Palermo per divergenze tecniche con il presidente Maurizio Zamparini e viene sostituito da Walter Novellino.

In serie A ha allenato, anche  il Brescia e il Siena, e in Veneto ha guidato anche il Vicenza e il Venezia, dove ha pure militato come calciatore.

L’ALLENATORE COL CAPPELLINO Una curiosità su Beppe Iachini: in panchina appare quasi sempre con un cappellino, che Iachini stesso ha spiegato essere un rimedio per il sole negli occhi. «Ho un problema agli occhi, si tratta di una carenza di pigmento. Il cappellino mi dà la possibilità di tenerli sempre ben aperti perché mi crea la giusta ombra

IL MODULO Significativa la scelta di Iachini anche per il modulo: in carriera ha usato prevalentemente il modulo tattico 3-5-2, tanto caro a Udine. Da tecnico del Palermo, nel finale della stagione 2013-2014 e nell’annata successiva, ha utilizzato anche il modulo con un trequartista, sia con difesa composta da tre uomini (3-4-1-2e 3-5-1-1 molto difensivo) che nella variante con quattro difensori (4-3-1-2).

Caricamento sondaggio...
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy