Udinese, i numeri da migliorare

Udinese, i numeri da migliorare

L’Udinese sta trovando una sua identità di gioco, ma ci sono ancora tanti numeri da migliorare

Se l’Udinese ha trovato il giusto assetto e una identità chiara (aggressività e copertura degli spazi sono il suo marchio di fabbrica), è anche vero che alcuni numeri dicono che molte cose vanno migliorate.

GIOCATORI SCHIERATI Mister Colantuono giustamente elogia sempre l’intera rosa, non vuole sentir parlare di seconde linee. Ma per adesso l’Udinese sembra schiava proprio di una mancanza di ricambi validi. Per adesso i bianconeri sono quartultimi come giocatori schierati: 23, solo Fiorentina, Napoli e Chievo hanno fatto peggio. Ma se per viola e partenopei i titolari sono di primissimo livello, per l’Udinese a volte si ha l’impressione che chi debba rifiatare on abbia ancora sempre un sostituto all’altezza. In avanti specialmente il discorso è più che mai attuale. Colantuono fino ad oggi ha scelto 10 centrocampisti, 5 attaccanti, 7 difensori oltre a Karenzis.

GIOCATORI IN GOL Una rosa ristretta porta, quasi inevitabilmente, anche pochi giocatori in gol: all’Udinese sono andati a segno in 5, peggio di lei in Serie A non ha fatto nessuno. Thereau capocannoniere con 5 gol va bene, ma dietro le punte sono quasi inesistenti, tanto che svetta un mediano come Badu a quota tre reti.

MEDIA GOL E ASSIST  Udinese quindicesima con 0,9 gol a partita, ma nona come rapporto tra tiri in porta e fuori. Udinese sesta come assist fatti, ben 28, di cui 10 vincenti. C’è un divario anche qui, perché tanti passaggi non portano a rete: la carenza realizzativa è un problema.

PUNTI IN CASA La vittoria con la Samp ha dato respiro, ma per adesso rimangono sempre 8 su 21 i punti presi al Friuli, con l’Udinese quartultima in questa classifica. Con l’Inter, per l’ultima dell’anno, si deve cercare di muovere questa classifica, perché è nel fortino amico che si costruiscono le fortune, anche se per adesso il grosso del lavoro è stato fatto fuori, dove l’Udinese è sesta, da zona Europa quindi.

RIGORI Negli ultimi due anni ne è stato fischiato uno, questa stagione l’Udinese è ancora a zero: ovviamente il tutto è legato anche a quante volte si entra in area, ancora troppo poche. Gli assalti dal fondo scarseggiano, e il 40 per cento dei rigori si conquista proprio grazie agli inserimenti dalla linea di fondo campo, tagliando poi l’area. Ricordate il lavoro di Pepe e Floro Flores quanti rigori avevano portato?

RETI SUBITE Nei primi 15 minuti di gioco l’Udinese ne ha presi ben 5, solo il Carpi ha fatto peggio. Il tutto contrasta con i pochi gol subiti nei quarti d’ora successivi, specie nella ripresa dove complessivamente ne sono stati incassati 8. In tutto l’Udinese ha preso 15 reti in area e 2 da palloni inattivi: compito dei bianconeri è non far entrare gli avversari e una attenzione massima sulle punizioni o i calci d’angolo: a Firenze l’ultimo esempio di questa distrazione.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy