Udinese, il commento dei bianconeri al calendario

Udinese, il commento dei bianconeri al calendario

Il commento dei bianconeri al sorteggio del calendario è  unanime: difficile l’inizio, ma si deve giocare con tutti!.
Di Natale: :”Iniziare con la Juventus è bello. Affronteremo i Campioni d’Italia e questo ci darà delle motivazioni importanti. Premesso che non ha senso parlare di calendario facile o difficile, perché prima o poi le devi incontrare tutte, il sorteggio ci ha fornito una griglia equilibrata. Quest’anno avremo anche il Nuovo Stadio dalla nostra parte, più che il calendario buono o non buono sarà importante pensare a sfruttare l’effetto del nostro pubblico che dopo un paio di stagioni difficili ci aiuterà dagli spalti a riscattarci. Dopo le cinque prime partite con tre grandi squadre da affrontare, avremo quattro partite consecutive contro squadre alla nostra portata. Io dico che il vero test sulle ambizioni sarà proprio tra la sesta e la nona giornata”, ha detto al sito ufficiale.

Così Pinzi: “E’ un calendario sicuramente per noi equilibrato. La partenza è difficile, nelle prime cinque partite affronteremo tre squadre che lotteranno per traguardi importanti. Questo può anche essere un vantaggio perché magari ci giocheremo in un momento in cui ancora non sono rodate. L’importante però sarà guardare a noi stessi e iniziare il campionato con le motivazioni giuste. Andare a Torino ad affrontare la Juventus non deve demoralizzarci. Dovremo essere bravi a trasformare una gara difficile in un’occasione per dimostrare subito che vogliamo fare una stagione importante”.

Domizzi:”Somiglia un po’ al calendario dell’anno scorso… Penso che la variabile importante che ci può far fare il salto di qualità è lo stadio. Con i tifosi vicini e la motivazione di giocare in una situazione ambientale nuova possiamo sicuramente avere una marcia in più. I calendari sono difficili da giudicare perché le squadre le devi affrontare tutte e non puoi sapere adesso quale sarà il loro stato di forma e come saremo anche noi quando le affronteremo. E’ un cammino abbastanza equilibrato dove a parte Fiorentina e Inter alla quindicesima e sedicesima, non affrontiamo mai squadre di alta classifica consecutivamente. Ma come dicevo è tutto relativo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy