Udinese, in attesa del gioco si contano ancora i guai

Udinese, in attesa del gioco si contano ancora i guai

Udinese: A Napoli mancheranno oltre ai soliti noti Behrami, D’Alessandro, Barak e Badu, anche Opoku (squalificato) e Nuytinck

di Redazione

Archiviata la sonora e indefinibile sconfitta contro la Juventus, l’Udinese tornerà al lavoro sapendo che a Napoli mancheranno oltre ai soliti noti Behrami, D’Alessandro, Barak e Badu, anche  Opoku (squalificato) e Nuytinck in attesa degli esiti degli esami strumentali  al polpaccio. La ripresa è fissata a lunedì alle 15, poi tutti i giorni in campo alle 10:30, non è dato sapere se a porte chiuse e con ritiro anticipato oppure no.

Per ora l’Udinese deve pensare solo al Napoli, dove spera di recuperare almeno Sandro, arrivato a Gennaio dal Genoa infortunato e ancora oggi utilizzato solo per pochi spiccioli di gara. Il suo recupero, almeno in mezzo, riporterebbe ordine a una squadra ancora alla ricerca di una sua identità e di un suo gioco.

Il resto lo scopriremo strada facendo, ricordando che dopo la gara del San Paolo ci sarà la sosta per la Nazionale per cui l’Udinese avrà due settimane prima di un ciclo di ferro che la vedrà opposta a Genoa (in casa), Milan (fuori), lo scontro salvezza con l’Empoli al Friuli e la doppia trasferta romana per il recupero contro la Lazio e la gara contro la Roma targata Ranieri. Dopo queste partite si capirà se i bianconeri sono ancora con la testa sopra il pelo dell’acqua o stanno annegando, come il gioco espresso finora farebbe immaginare. Del resto anche con Bologna e Chievo le vittorie, importanti, non sono state di certo raggiunte col gioco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy