Udinese, la prima svolta

Udinese, la prima svolta

Nicola alla prima con l’Udinese ottiene tre punti ottimi contro una brutta Roma

di Redazione

Nuova Udinese, calcio vecchio stile.Ma ben venga!  Il neo allenatore, Nicola, impressionato probabilmente dai tragici ed annosi difetti difensivi di questa squadra, ha pensato che mettersi tutti dietro contro la Roma potesse servire. Ed in effetti i giallorossi hanno avuto di fatto la palla del gioco in maniera perenne nel primo tempo, ma hanno sbattuto contro il muro bianconero.

Sulla carta un 3-5-2, in realtà una difesa a cinque con molta solidità, poche sbavature (alla fine i giallorossi non hanno mai impensierito Musso), e tanto contropiede, con De Paul che è sempre in stato di grazia  e regala il gol vittoria. Ma le reti potevano, anzi dovevano, essere di più. Passa quella annullata (giustamente) a Pussetto, altre occasioni andavano concretizzate, perché nel calcio si rischia sempre e, infatti, l’Udinese dopo il mancato 2-0  è venuta un po’ meno. Anche a causa di una condizione non forse eccelsa sulla quale ci sarà da lavorare.

Ter Avest e Samir sulle fasce a tamponare vanno bene, De Paul e Pussetto davanti si trovano, con Lasagna che ora ha un concorrente in più, Mandragora, Behrami e Fofana, tanto fisico e buone ripartentzo, con il solo francese che lascia un po’ a desiderare. Insomma un calcio semplice si direbbe, ma certamente efficace.

La Roma di certo ci ha messo del suo, con Di Francesco e i suoi forse distratti dalla gara di Champions di martedì. Ma la Roma di quest’anno è comunque meno temibile e l’Udinese ha saputo sfruttare al meglio i difetti di una squadra che se non riesce a verticalizzare, fatica.

Ora, oltre a cambiamenti tattici, a miglioramenti fisici, sarebbe bello che Nicola ponesse anche a un bel pegno personale, tipo raggiungere Crotone in bici in caso di salvezza. Oddo, infondo, cominciò bene contro l’inter, poi altre 4 meraviglie, poi…tutti sappiamo com’è andata. E, stando alla scaramanzia, togliete lo slogan “la passione è la nostra forza”: anche il buon Martina del PD lo usa per la sua candidatura a segretario del partito. Visti i tempi, meglio cambiare qualosa….Per intanto in campo si è vista una buona Udinese, non è poco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy