Udinese: La Top 5 del 2015

Udinese: La Top 5 del 2015

Tempo di classifiche di fine anno in casa Udinese: ecco la top 5 con i migliori del 2015

Commenta per primo!

Tempo di bilanci di fine anno, ecco la classifica dei migliori cinque in casa Udinese, quelli che maggiormente si sono distinti in un anno solare decisamente tendente al grigio.


BADU – Non ha di certo piedi d’oro, qualcuno ironizza che ha quattro talloni, ma a parte gli scherzi è uno che ci mette cuore, polmoni e verticalizzazioni. E alla fine qualche gol pesante l’ha anche fatto, anche se altrettanti ne ha sbagliati! Un giocatore che serve sempre ad ogni squadra, non è un fuoriclasse, ma un gregario indispensabile.
IV
ALLAN – A fine anno è arrivata la sentenza di Thereau: quanto manca a questa squadra! Con lui il fraseggio è stato a tratti sublime, anche se spesso Strama lo ha ‘sacrificato’ per necessità di squadra a fare il regista basso, quando in realtà sarebbe una mezzala. Giocatore dai piedi dolci e dai polmoni d’acciaio.
III
DI NATALE – Non è più il goleador di un tempo, ma nonostante tutto l’anno scorso ha chiuso a quota 14 la stagione. Oggi soffre anche per una vista che gli dà noia, che quando è affaticato lo rende miope. Ma la classe non è acqua. Lunga vita al Re, anche come compagno di viaggio da utilizzare all’occorrenza. Quanto mancherà lo si capirà realmente solo quando smetterà.
II
THEREAU – Ha scalzato Totò come re del gol nell’anno solare. Quest’anno è a quota 5, l’anno scorso ha chiuso a 10, a fine stagione può superare anche il suo record personale. Non è uno che fa parlare di sé, ma  è un  Paolino Poggi moderno (ma con meno classe sulle finalizzazioni). Gioca tra le linee, fa da sponda, una seconda punta classica che serve come il pane, più di quanto non si creda da fuori.
I
KARNEZIS – Sia con Strama, sia con Colantuono spesso è stato insignito del titolo di migliore in campo. Non è dato sapere se sia un bene o un male per la squadra visto che è un portiere. Ma lui c’è, e grazie alle sue parate l’Udinese ha raccolto almeno una decina di punti. Vale quanto Totò in attacco nei tempi d’oro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy