Udinese, nessun ritiro. Continua l’emergenza in difesa

Udinese, nessun ritiro. Continua l’emergenza in difesa

L’Udinese non andrà in ritiro, è questa la notizia più importante giunta lunedì in serata da parte del club. Il Ds, Cristiano Giaretta, e il Paròn, Gianpaolo Pozzo, si sono incontrati e confrontati: alla fin è emersa la  ‘linea morbida’ dopo giorni di ritiro, prima all’Hotel Astoria di Udine (appena dopo Parma) e quindi a Gradisca (da mercoledì scorso).

In mattinata Giaretta aveva fatto notare che in ogni caso il ritiro sarebbe stato solo una misura costruttiva, ma evidentemente il rischio di creare ulteriori tensioni e pressioni ha prevalso. Per preparare la sfida col Milan e l’Inter si torna alla normalità, dunque.

Non mancano però i problemi per Strama, che ha ancora la difesa in emergenza. Heurtaux e Wague non riusciranno ad esserci, c’è ottimismo per Domizzi il quale però proviene ugualmente da un lungo stop.

La difesa a tre dovrebbe essere confermata, mentre davanti Di Natale, per il quale strana ha già tracciato la via dell’utilizzo ‘alla Altafini’, alla fine dovrebbe ripartire titolare: il 90 per cento dei suoi gol sono arrivati al ‘Friuli’, segno evidente di come la squadra cambi modo di giocare in casa. Considerando che davanti ci sarà una squadra che lascia spazi, ecco che l’impiego del capitano appare logico. Per il resto tutto verrà valutato tra oggi e venerdì, quando l’Udinese effettuerà la rifinitura.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy