Udinese, non fermarti sul più bello

Udinese, non fermarti sul più bello

Commenta per primo!

Neanche il tempo di godersi la splendida vittoria ottenuta contro il Milan, che ha riportato un po’ di fiducia ed entusiasmo in tutto l’ambiente, che è già tempo di affrontare l’Inter di Mancini, avversario di stasera in campionato, reduce dalla brillante performance contro la Roma.
Ripetersi contro i nerazzurri non sarà semplice, la squadra di Mancini ha ancora accesa la fiammella di speranza per un posto in Europa League e verrà a Udine sia per ottenere dei punti preziosi per la sua classifica sia per dare continuità alla vittoria con i giallorossi.
Finalmente in casa Udinese si respira un altra aria, il successo contro i rossoneri ha portato una ventata di ottimismo e fiducia, anche se ora i bianconeri hanno il dovere di confermarsi, almeno sul piano della prestazione.
Come già ripetuto in più occasioni, il difetto principale della squadra di Stramaccioni è stato il fatto di non aver mai trovato quella continuità di risultati necessaria per ambire a qualcosa di più di una semplice salvezza. A sei giornate dal termine l’Udinese ora deve premere sull’acceleratore per cercare di chiudere in bellezza una stagione sicuramente non memorabile ma nemmeno così negativa come afferma qualcuno.
Intervenuto telefonicamente alla rubrica sportiva domenicale di Fox Sports, Giampaolo Pozzo ha ribadito tutta la sua fiducia e la sua stima nei confronti del tecnico, dichiarando di volerselo tenere stretto anche la prossima stagione. Dall’altra parte mister Stramaccioni ha parlato dell’Udinese come il suo presente ed il suo futuro, quindi c’è la chiara volontà da parte di entrambe le parti di proseguire insieme, dando continuità ad un progetto appena avviato ma molto ambizioso.
Chiudere questo campionato nel migliore dei modi sarebbe un segnale importante anche in questa direzione per poi ripartire insieme la prossima stagione nel nuovo Stadio Friuli carichi di entusiasmo e voglia di riportare l’Udinese nella posizione di classifica che le compete.
Ora c’è da superare l’ostacolo Inter, squadra che non sta sicuramente disputando una stagione all’altezza del proprio blasone, ma in netta ripresa dal punto di vista fisico e psicologico, ben allenata da un tecnico esperto e preparato come pochi in circolazione.
Dal canto suo l’Udinese ha tutta la voglia di regalarsi un altra serata da protagonista. La squadra bianconera ha dimostrato di poter esprimersi molto bene e con una certa sicurezza sia con la difesa a quattro che con i tre dietro, il rientro poi di Domizzi è stato fondamentale sotto tutti i punti di vista.
Stramaccioni vuole una squadra che sappia interpretare più moduli, che sia in grado di aggredire l’avversario ma che sappia allo stesso tempo difendersi con ordine. Non sempre questo è riuscito, ma ci sono dei segnali incoraggianti in questo senso e con il rientro di tutti gli effettivi la situazione può solo che migliorare. Certamente l’aspetto fisico contro l’Inter sarà importante, non tutti sono al meglio, ma le motivazioni possono sopperire anche a questo.
L‘approccio alla gara dovrà essere da subito quello giusto, l’Inter non è il Milan, per ottenere un risultato positivo l’Udinese dovrà superarsi e disputare una grande partita, aggressiva fin da metà campo come successo contro il Milan,  per regalare un altra gioia ai propri tifosi che chiedono ai bianconeri di non fermarsi sul più bello, ma di divertirsi fino all’ultimo secondo di questo campionato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy