Udinese, oltre a dare l’anima ora servono i punti

Udinese, oltre a dare l’anima ora servono i punti

Udinese chiamata a confermare i recenti progressi contro il Torino, squadra collaudata ed esperta. E’ ora di fare punti, dare l’anima non basta più

di Massimo Liva

Reduce dalla buona prestazione offerta contro il Milan, l’Udinese di Delneri si appresta ad affrontare il Torino, squadra tradizionalmente ostica da affrontare, un gruppo consolidato che rispecchia il grande carisma e la personalità del proprio tecnico. I bianconeri, nonostante siano tornati a mani vuote da San Siro, ora hanno qualche certezza in più anche se alcune ingenuità difensive di troppo (vedi due reti subite contro i rossoneri) destano diverse perplessità.

Delneri ha più volte ribadito che il campionato dell’Udinese è cominciato contro il Genoa, la squadra da quel momento in poi ha cambiato volto e iniziato a far intravvedere qualche segnale di crescita tattica e mentale anche se la strada è ancora lunga. Contro i granata sarà la partita del grande ex Maxi Lopez che vorrà dimostrare ai suoi vecchi compagni e a sé stesso di poter ancora dire la sua in questo campionato e che le sue qualità non le ha perse per strada negli anni nonostante le molte partite trascorse in panchina. Maxi Lopez sta sorprendendo finora un po’ tutti, fisicamente pare in ripresa, le sue caratteristiche servivano come il pane alla squadra bianconera, l’attaccante argentino che vanta un curriculum di tutto rispetto, si è messo a totale servizio di mister e compagni, ci sono tutte le condizioni per un suo pronto riscatto in terra friulana, quale migliore occasione stasera contro i granata per dimostrarlo?

La stessa voglia di riscatto di Maxi Lopez dovranno averla i suoi compagni, ora non basta più dare l’anima ma è necessario ottenere punti importanti per sbloccare una classifica ancora corta com’è normale che sia considerato che siamo ancora all’inizio. Il Torino è formazione agguerrita ed esperta, gruppo collaudato che rispecchia personalità e mentalità del proprio allenatore, non sarà semplice per l’Udinese avere la meglio ma uscire dal Friuli con un risultato positivo stavolta diventa quasi un obbligo considerato il prossimo imminente impegno all’Olimpico contro la Roma.

Qualche variazione tra i titolari ci sarà sicuramente, i volti nuovi inseriti tra i titolari da mister Delneri non hanno deluso, anzi elementi come Barak, Lasagna, Behrami, Larsen ad esempio hanno piacevolmente sorpreso, sembra facciano parte di questo gruppo da sempre nonostante siano in Friuli da pochissimo tempo. Certo elementi come Behrami e Maxi Lopez li conoscevamo benissimo, riguardo alle loro qualità non c’era nessun dubbio, le uniche perplessità erano legate alla condizione fisica, ma i due sembrano aver quasi smentito gli scettici, anche se sarà il tempo a dire se la società abbia avuto ragione nel voler portare a Udine questi due giocatori. In casa Udinese c’era assolutamente necessità di volti nuovi, giocatori motivati e ambiziosi, vogliosi di dimostrare di meritare questa chance, finora non hanno deluso anche se i margini di crescita sono ancora ampi.

Il match contro il Torino farà capire meglio se la formazione friulana ha realmente cominciato il suo campionato o se la strada verso la guarigione sia ancora lunga. Il reparto difensivo è quello che preoccupa maggiormente al momento, ci vorrà tutta l’esperienza e la bravura tattica di mister Delneri per cercare di limitare al massimo gli errori difensivi che contro bomber di razza come Belotti non verrebbero perdonati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy