Udinese, partita ad alta tensione

Udinese, partita ad alta tensione

Udinese a Bergamo per conquistare i decisivi punti salvezza contro l’Atalanta di Reja desiderosa di chiudere al meglio davanti ai propri tifosi. Sarà una sfida ad alta tensione, per i bianconeri di De Canio, in attesa di buone notizie da Firenze

Commenta per primo!

Si preannuncia una domenica ad alta tensione per l’Udinese di De Canio chiamata a riscattarsi dopo l’inaspettato tonfo interno di una settimana fa contro il Torino. A due giornate dal termine del campionato, tutto è ancora aperto in chiave salvezza, oltre al Verona ormai matematicamente retrocesso e ad un Frosinone oramai spacciato, c’è da stabilire chi sarà l’ultima compagine destinata a salutare la massima serie. Palermo, Carpi e Udinese se la giocheranno fino all’ultimo, con i bianconeri friulani leggermente favoriti grazie ai tre punti di vantaggio in classifica rispetto alle altre due contendenti.

A Bergamo contro un Atalanta virtualmente salva e desiderosa di chiudere al meglio la stagione davanti ai propri tifosi che arriveranno in massa a sostenerla (si prevede sold out) servirà la vera Udinese, quella ammirata contro Napoli e Fiorentina, gare che avevano illuso un pò tutti i tifosi friulani che mai avrebbero pensato di giocarsi la permanenza in serie A a questo punto del campionato.
Il ritorno di Gigi De Canio sulla panchina bianconera aveva restituito entusiasmo, fiducia, autostima ad un ambiente confuso e depresso. Le vittorie di prestigio poi ottenute contro Napoli e Fiorentina mai e poi mai avrebbero fatto pensare ad un finale di stagione vissuto in apnea da parte di tutti. Tutta colpa di quel maledetto giorno, di quella prestazione incolore, scialba contro i granata, quell’imbarazzante 1-5 che ha lasciato tutti senza parole. sconfitta pesante che ha rimesso tutto in discussione, classifica, squadra, tecnico in primis.
Non è il momento dei processi, è il momento di compattarsi e di portare l’Udinese alla salvezza, tutti insieme, per le polemiche e le critiche ci sarà ampio spazio quando tutto sarà ormai deciso.
La squadra di De Canio ha tutte le carte in regola per raggiungere l’obiettivo, una prestazione come quella contro il Torino non può far dimenticare quello che di buono si era visto grazie al ritorno di mister Gigi persona intelligente e di buonsenso che ha compreso da subito quali fossero i problemi principali da risolvere e quali corde fossero da toccare per riprendere il giusto cammino.
Il rientro tra i titolari di elementi fondamentali come Zapata e Widmer lasciano ben sperare e rendono la trasferta di Bergamo un pò meno ostica e complicata.

Contro i nerazzurri di Reja potrebbe bastare pure un pareggio ai bianconeri, ma la calcolatrice in questo caso sarà meglio lasciarla in Friuli perché contro l’Atalanta servirà una Udinese affamata, orgogliosa, determinata a chiudere il discorso salvezza per poi festeggiare insieme ai numerosissimi tifosi friulani che saranno al suo fianco grazie alla lodevole iniziativa dell’AUC che ha messo a disposizione dei supporters bianconeri dei pullman gratuiti.
Comunque vada a finire contro l’Atalanta nessuno dovrà dimenticarsi che ci sarà ancora un turno di campionato e che nulla sarà perduto fino all’ultimo istante.
Certo è che se sarà necessario giocarsi la salvezza contro il Carpi negli ultimi novanta minuti si consiglia ai deboli di cuore di fare altro e di non seguire la partita. Scherzi a parte l’augurio è quello di tornare da Bergamo con salvezza in valigia per poi cercare di chiudere nel migliore dei modi una stagione sfortunata e deludente che nessuno vorrà più rivivere.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy