Udinese, prove di trequartista

Udinese, prove di trequartista

di Monica Valendino, @Moval1973

Sarà un’Udinese che non cambierà vestito quella che scenderà in campo contro la Roma all’Olimpico nel posticipo della 36ma giornata di A.
La strada tracciata da Strama è oramai chiara: 4-3-1-2, anche se – ovviamente – gli interpreti sono ancora da decifrare. Soprattutto per il ruolo di vertice alto c’è chiaramente un ballottaggio: a giocarsi la maglia nell’ordine il favorito Kone, Guilherme (fin qui uno dei bianconeri più utilizzati) e non ultimo Bruno Fernandes, reduce da una stagione non brillante come la scorsa.

Su questo punto è bene spiegare che il portoghese ha vissuto quello che molti suoi coetanei hanno già passato: ovvero il fatto che dopo aver bruciato le tappe imponendosi a 20 anni come titolare, ha subito una pressione che gli ha impedito di confermarsi subito. Questione di testa, forse anche di posizione in campo, ma comunque sia nessuno a Udine lo mette in discussione.
Discorso simile, se vogliamo, per Guilherme: lui è decisamente più attempato, ma l’impatto col calcio italiano non sempre è facile. Come trequartista ha decisamente fatto meglio che come mezzala o davanti alla difesa, dove non ha certamente il passo di Pinzi.
Il ruolo è ‘intasato’ evidentemente, con anche Kone in cerca di riscatto: il greco ha stupito tutti al Bologna, ha disputato il Mondiale e poi ha subito cercato di imporsi a Udine. Stanchezza mentale e fisica di certo non hanno aiutato. Su di lui c’è l’interesse del Torino, come detto per i trequartisti c’è ampia concorrenza. Queste tre gare serviranno anche e soprattutto a loro per far capire che è da Udinese.

[yop_poll id=”1″] Per il resto la formazione anti-Roma non dovrebbe vedere particolari novità: in avanti c’è da capire chi tra Totò Di Natale e Thereau se la giocherà probabilmente col giovane Perica; in mediana Allan, Badu e Pinzi saranno gli altri interpreti, mentre in difesa l’ultimo ballottaggio è tra Heurtaux e Domizzi, per un posto accanto a Widmer, Danilo e Piris.

Infine una nota di colore: giovedì sera tutti a cena da Di Natale che ha festeggiato con i compagni e lo staff il traguardo dei 207 gol in Serie A.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy