Udinese, questa è la vittoria di Strama

Udinese, questa è la vittoria di Strama

Commenta per primo!

Prima del match contro il Milan avevamo espresso il desiderio di rivedere l’Udinese che conosciamo, quella capace di giocarsela con qualsiasi avversario, con carattere e mentalità vincente, non quella rinunciataria e passiva dell’ultimo periodo.
La missione è stata brillantemente compiuta, prova superata a pieni voti contro un avversario certamente non all’altezza del suo nome e del suo passato, ma in ogni caso sempre una squadra temibile e non semplice da affrontare.
Il calcio è strano, per far cambiare un giudizio o un opinione basta una vittoria e tutto quello che si è detto e sentito nei giorni precedenti alla partita sembra che se lo sia portato via il vento.
Certo, le recenti prestazioni dell’Udinese avevano deluso un po’ tutti, soprattutto le due sconfitte consecutive prima con il Parma, poi quella casalinga con il Palermo avevano lasciato il segno in un gruppo quello bianconero ancora attanagliato dall’ansia e dalle proprie paure, ma talvolta nel calcio come in tutte le cose sarebbe sufficiente avere maggior equilibrio nei giudizi senza lasciarsi andare a delle critiche eccessive com’è accaduto nei confronti di squadra e allenatore in primis.
Mister Stramaccioni ha preparato alla perfezione questo delicato match contro il Milan, delicato per una serie di motivi che conosciamo tutti, un ulteriore passo falso dei bianconeri avrebbe solamente peggiorato la situazione e aumentato il malumore nell’ambiente. Fortunatamente in quest’occasione l’Udinese è stata meritatamente premiata in una gara magari non spettacolare, ma vinta dai bianconeri con caparbietà e grande carattere.
Già in passato l’Udinese ci aveva regalato prestazioni di questo livello come ad esempio quella contro la Juventus che aveva illuso un po’ tutti, per poi ricadere nei soliti errori e peccati di gioventù, quindi per capire se la squadra di Stramaccioni sia realmente uscita dal tunnel sarà necessario attendere l’impegno di martedì sera contro l’altra milanese, l’Inter di Mancini reduce dalla brillante vittoria contro la Roma.
E’ giusto comunque intanto godersi questa vittoria dell’Udinese ed applaudire i bianconeri che hanno dominato gli avversari praticamente per tutto l’arco della gara.
Non è un caso, ad esempio, che il rientro di Domizzi abbia trasmesso maggior sicurezza a tutto il reparto e al resto della squadra e che la presenza di un elemento come Pinzi a centrocampo abbia riportato quell’equilibrio tattico che in altre circostanze era mancato.
Cosa aggiungere riguardo a uno come Giampiero Pinzi arrivato al traguardo delle 300 presenze con la maglia dell’Udinese? Orgogliosi di avere una bella persona e un grande giocatore come lui in squadra, umile, attaccato alla maglia come pochi, oramai friulano d’adozione, elemento fondamentale per i compagni in campo e nello spogliatoio.
Una delle immagini più belle di questa vittoria è sicuramente l’abbraccio finale tra mister Stramaccioni e il suo fedele vice Dejan Stankovic, un gesto spontaneo e liberatorio che rappresenta perfettamente quanto ci tenesse tutto il gruppo a regalare una soddisfazione così ai tifosi friulani tornati ad applaudire con grande convinzione i propri beniamini.
Quello che accadrà a fine campionato al momento non ci interessa, aver rivisto la vera Udinese contro il Milan ci ripaga almeno in parte di qualche delusione di troppo avuta in una stagione contradditoria, di alti e bassi, che ha visto una squadra quella bianconera forte con i forti e debole con i deboli.
Ci sono ancora sei partite a disposizione per regalare qualche altra soddisfazione ai tifosi friulani, dopo tanti problemi e difficoltà ci meritiamo un po’ tutti di continuare a divertirci e quando la nostra Udinese è in giornata positiva è un piacere guardarla ed applaudirla.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy