Udinese rebus formazione: Colantuono deciderà sabato

Udinese rebus formazione: Colantuono deciderà sabato

L’Udinese deve giocare a 72 ore di distanza dalla sfida con l’Atalanta: e con la rosa che è tornata al completo, mister Colantuono si penderà tutto il tempo per valutare i ballottaggi e le ipotesi. Davanti probabile conferma di Thereau con Perica, ma con staffetta pronta

L’Udinese che scenderà in campo a Carpi è un rebus: le condizioni generali sono più che buone, l’infermeria si sta svuotando (solo Domizzi, Pasquale e Merkel vi rimangono), il morale è alto. E allora?

Allora giocare a 72 ore dall’impegno con l’Atalanta costringe mister Colantuono a ponderare bene alcune scelte, anche in virtù di altri fattori, vedi diffide. Andiamo con calma.

Gli allenamenti a disposizione per valutare tutto il gruppo sono due, quello effettuato giovedì e la rifinitura di venerdì mattina. Nel primo si è messo in evidenza Zapata, che  ha messo a segno tre reti in partitella e scalpita: ha però 25 minuti intensi nelle gambe e Colantuono se lo tiene come jolly da usare eventualmente nella ripresa.
Idem Di Natale che dopo l’affaticamento della scorsa settimana ha mostrato qualche scatto, ma come già detto vuole farsi trovare brillante per la sfida con la Juve. E’ disponibile, ma per lui potrebbe esserci ‘solamente‘ una staffetta sempre nella ripresa, quando potrebbe andare a sostituire Monsieur Thereau, reduce da un risentimento muscolare al bicipite femorale che lo ha tenuto fermo due settimane.  Spremerlo non è il caso, ma attualmente il toto punta lo vede ancora titolare.
Assieme a Perica, ma attenzione ad Aguirre, che ha perso terreno e attualmente figura come quinto attaccante, ma sta bene.

Si passa poi alla mediana: Widmer a destra sembra inamovibile, mentre a sinistra ci potrebbe essere spazio di nuovo da titolare per Ali Adnan.
Edenilson ha mostrato, infatti, ancora qualche errore di troppo, del resto la sua non è la fascia mancina e forse ha bisogno di rifiatare.
Lodi regista è certo, mentre per gli altri due posti se la giocano Badu e Iturra da una parte (anche il ghanese è apparso sotto tono con l’Atalanta) e il recuperato Guilherme con Fernandes dall’altra. Anche qui è possibile una staffetta, col portoghese confermato inizialmente.
Kone, poi, è rientrato in gruppo e potrebbe essere convocato dando anch’egli un’opportunità di scelta al mister.

Infine la difesa, dove scatta il pericolo diffida per Wague che è appena rientrato dalla squalifica. Perderlo con la Juve sarebbe peggio, inoltre Piris sembra tornato ad alti livelli e Heurtaux scalpita. Danilo e Felipe non sono, invece, in discussione.

Questa la situazione: il rebus formazione forse verrà risolto solo un’ora prima che il ravennate Fabbri dia il fischio d’inizio. Colantuono si vorrà prendere tutto il tempo necessario per valutare tutte le componenti, finalmente con la rosa praticamente al completo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy