Udinese-Samp: l’analisi tattica

Udinese-Samp: l’analisi tattica

L’Udinese a caccia di rivincite contro la Samp e contro il suo presidente Massimo Ferrero, il quale aveva profetizzato in tempi non sospetti i bianconeri come ‘fuoco di paglia’. Purtroppo la squadra bianconera ha trovato intoppi sul cammino e le nefaste parole del numero uno blucerchiato si sono materializzate. I problemi incontrati da Stramaccioni quest’anno sono arcinoti, ma va anche ricordato sempre come il tecnico bianconeri abbia seminato per il futuro e non sia mai stato in pericolo: né lui, né la sua squadra.

Screenshot 2015-05-09 11.26.14
Le ultime disposizioni tattiche della Samp
Di fronte una Samp a caccia d’Europa, anche se nel ritorno ha stento come  più dell’Udinese. Di fronte, soprattutto, due tecnici rampanti che amano il 4-3-1-2. Sarà questa la base su cui crescerà la partita.
Screenshot 2015-05-09 11.26.06
Le ultime disposizioni tattiche dell’Udinese
In difesa l’Udinese dovrà stare attenta all’ex col dente avvelenato Luis Muriel e all’eterno Samuel Eto’o. Dovrebbero essere loro a formare la coppia d’attacco disegnata da Mihajlovic. Il colombiano potrebbe partire sul centrosinistra, per questo Strama cdovrebbe scegliere Widmer ed Heurtaux a coprire quella zona con fisicità e agilità. Altro centrale Danilo che avrà il compito di fare la guardia alla pantera nera. A completare la retroguardia friulana il jolly Piris, che in fase di possesso potrebbe salire a metà campo per formare un 3-5-2. Centrocampo – In mezzo l’Udinese ha qualche problema con la squalifica contemporanea di Badu e Allan. Al loro posto Strama potrebbe utilizzare Hallberg e Kone, ma anche Fernandes è pronto come vertice alto a giocarsela col greco. La soluzione del ballottaggio solo poco prima della gara, ma come ha sottolineato Marco Tavian su queste pagine è credibile che si possa anche tenere da conto il portoghese per avere un cambio tattico da usare a partita in corso. Di fronte ci saranno Duncan, Acuqah e Palombo: questi ultimi due possono portare spinta e quantità, per cui attenzione agli inserimenti. Attacco – Anche qui un ballottaggio per Strama che, oltre a Di Natale, deve scegliere uno tra Thereau, Gejio e Perica. Il primo si affiata bene col capitano ed ha esperienza anche nel saper trovare la posizione giusta. Lo Spagnolo fa gioco oscuro, ma non  per questo non importante. Il terzo è velocità e intraprendenza. In difesa la Samp ha in Silvestre  e Munoz le carte migliori: prestanza fisica e agilità, per cui serve coprire bene gli spazi.  Wszolek e Regini terzini:  quest’ultimo è molto duttile e attento, anche se non spinge molto. UDINESE (4-3-1-2): 31 Karnezis; 27 Widmer, 75 Heurtaux, 5 Danilo, 89 Piris; 19 Guilherme, 66 Pinzi, 33 Kone; 8 Bruno Fernandes; 77 Thereau, 10 Di Natale (A disp. 97 Meret, 22 Scuffet, 11 Domizzi, 18 Bubnjic, 34 Gabriel Silva, 26 Pasquale, 8 Bruno Fernandes, 21 Hallberg, ,94 Aguirre, 27 Geijo, 9 Perica, 13 Zapata). All. Stramaccioni Indisponibili: Wague, Evangelista Squalificati: Badu, Allan Diffidati: Heurtaux, Kone, Thereau, Wague, Pinzi SAMPDORIA (4-3-1-2): 2 Viviano, 77 Wszolek, 26 Silvestre, 20 Munoz, 19 Regini, 30 Acquah, 17 Palombo, 6 Duncan, 21 Soriano, 24 Muriel, 99 Eto’o (88 Frison, 33 Romero, 25 Coda, 32 Marchionni, 3 Mesbah, 9 Okaka, 22 Rizzo, 18 Bergessio). All.: Mihajlovic.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy