Udinese, sognate gente. Sognate!

Udinese, sognate gente. Sognate!

Delneri ha plasmato la sua Udinese che col Crotone anche soffre (specie nel primo tempo), ma poi sa organizzarsi, sa sacrificarsi e sa segnare con Monsierur Thereau, mister sacrificio. E il tre che mancava dal 2104 è servito

Commenta per primo!

Era dal settembre 2014 che l’Udinese non vinceva tre partite consecutive. Era l’epoca di Stramaccioni, sembra un’eternità. Ora il Patriarca di Aquileia è riuscito ad eguagliare il record, ma consapevole che non significa nulla, che i veri obiettivi di questa Udinese a questo punto sono altri. A testa bassa, lavorando duro e sgarrando, i bianconeri stanno scalando la classifica e ora parlare d’Europa è davvero un qualcosa che solo tre mesi fa appariva fantascienza.
Ovvio serve calma e gesso, serve il pragmatismo friulano, quello che insegna che le case vanno costruite per bene, con fondamenta solide e materiale assicurato. Intanto Delneri ha plasmato la sua Udinese che col Crotone anche soffre (specie nel primo tempo), ma poi sa organizzarsi, sa sacrificarsi e sa segnare con Monsierur Thereau, mister sacrificio.

Udinese Calcio v FC Crotone - Serie ALA PARTITA: Delneri sceglie Angella per sostituire lo squalificato Danilo nel pacchetto arretrato. A centrocampo, gioca Jankto; davanti, de Paul è chiamato a completare il tridente con Zapata e Théréau. Nicola conferma la squadra che ha battuto il Pescara, con due sole eccezioni: Capezzi, squalificato, lascia spazio a Crisetig; in difesa, poi, Rosi torna a presidiare la corsia di destra.
Ospiti subito pericolosi con Trotta che mette in difficoltà Karnezis: bianconeri che faticano a trovare spazi, calabresi che cercano di sfruttare le ripartente. I bianconeri faticano soprattutto in mezzo con Kums, Jankto e Fofana che non costruiscono gioco, pr questo Thereau spesso arretra.
Al 16′ Trotta i beve Widmer, palla a Palladino che sbaglia praticamente un rigore. Udinese che fatica a costruire, Crotone decisamente più pimpante alla mezzora. Al 34′ progressione centrale di Kums, che conclude dai venti metri e non inquadra il bersaglio per poco.
Al 42′ dopo tanta sofferenza, Jankto si inventa una punizione, subentra Thereau che di esterno destro manda in rete.

Udinese Calcio v FC Crotone - Serie ANella ripresa si riparte con Hallfredsson al poso di Jankto vittima di una botta. Bianconeri più sicuri e padroni del campo che crescono e cercano gli spazi giusti per trovare il raddoppio tranquillità, Crotone che comunque ha alzato il baricentro per cui è sempre difficile farsi vedere in avanti per Thereau e compagni. al 50′ si fa vedere subito Hallfreðsson, che conclude a lato. Intanto, Rohdén deve alzare bandiera bianca. Al 59′ Angella ha l’occasione per il raddoppio di testa, ma Cordaz fa un vero miracolo.
Il gol è nell’aria, il Crotone ha capito che è difficile affrontare questa Udinese e al 75′ Zapata serve Thereau che raddoppia. E’ l’apoteosi bianconera. quindi ancora  Théréau che imbecca alla perfezione de Paul, che si presenta a tu per tu con Cordaz: ancora una volta, si salva il portiere del Crotone, con un’uscita bassa.
Può bastare.

CONCLUSIONI Dopo tre anni ecco il tris bianconero. Se l’appetito vien mangiando perché non pensare di farsi un bel regalo di Natale a Genova per l’ultima dell’anno? Oramai questa Udinese abbiamo capito che sa giocare, soffrire, cambiare, trovare soluzione anche a gara in corso. Insomma è una squadra, non più solo un gruppo. Una sola piccola nota negativa: De Paul ancora deve calarsi nel calcio italiano, se lo farà avremo un funambolo che può cambiare ulteriormente le partite. Intanto sognato gente, sognate.

Ua curiosità: Thereau non aveva mai realizzato almeno 2 doppiette nello stesso campionato di Serie A. Quelle in questo campionato sono la sua terza e la sua quarta nel torneo italiano. Che sia l’anno buono per lui e l’Udinese?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy