Udinese: Tutti i numeri per capire i bianconeri

Udinese: Tutti i numeri per capire i bianconeri

L’Udinese è una buona squadra che cerca solo l’assetto giusto, oppure è una squadra da medio bassa classifica che deve solo pensare a salvarsi il prima possibile? Impossibile alla 7/ma giornata dare una risposta certa, ovviamente però si possono fare alcune considerazioni attraverso i numeri che la stanno contraddistinguendo.

PUNTI – Sette punti in sette gare: una media da salvezza. Anche quando ne aveva conquistati solo 6 (nel 2004-05 e nel 2012-13) alla fine della stagione ci si è dovuti ricredere. Con Spalletti fu Champions, con Guidolin Europa. Ma allora le rose erano, obiettivamente, migliori, mentre oggi Colantuono ‘litiga’ ancora con elementi che stentano a dimostrare il loro valore.

OCCASIONI DA GOL – La qualità pesa soprattutto in zona gol, dove l’Udinese fatica. L’assenza di Zapata è pesantissima: il colombiano oltre ad aver segnato 3 reti, aveva anche portato 6 occasioni da rete, risultando il migliore in tal senso. Thereau ne ha create 5, Di Natale 3 al pari di Kone.

TIRI – Come squadra l’Udinese è andata al tiro 76 volte, poco più di 10 a partita, tra le ultime della Serie A.  Di questi 23 sono finiti nello specchio, 20 sono stati respinti, 32 fuori e un palo, quello contro il Genoa negli ultimi minuti.

GIOCATORI IN GOL – Tre centrocampisti e un attaccante finora sono andati in rete: da un lato è un dato positivo, che denota come gli inserimenti da dietro siano stati produttivi, all’altra rimane il dato relativo alle punte e si ritorna prepotentemente all’assenza di Zapata.

MEDIA GOL – Una rete a partita, un gol ogni 96 minuti (tenendo conto dei 673 giocati complessivamente): forse questo è il dato più significativo. L’Udinese per fare il salto di qualità deve aumentare questa media, anche perché di contro ci sono 1,4 gol subiti a partita, uno ogni 67 minuti.

FUORIGIOCO e FALLI FATTI – Solo in 10 occasioni (1,3 a partita) l’Udinese ha messo in fuorigioco gli avversari, mentre i falli sono stati 120.

PALLE PERSE E PALLE RECUPERATE 106 palloni persi, 15 qa partita risultano essere tanti, con l’Udinese anche qui tra le peggiori della massima serie. 104, invece, i palloni recuperati, con Iturra che risulta essere determinante in questo lavoro.

CARTELLINI – 17 ammoniti e 2 espulsi sono sintomo di un certo nervosismo. Le espuslsioni di Fernandes e Kone sono state sintomatiche di un clima non di certo del tutto positivo in casa bianconera.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy