Udinese, un poker e un jolly per salvarsi

Udinese, un poker e un jolly per salvarsi

Per l’Udinese quattro spareggi salvezza su toto partite, con Samp, Torino, Atalanta e Carpi. E il jolly Chievo da usare bene

Commenta per primo!

Otto gare da qui alla fine della stagione per l’Udinese, ma saranno quattro quelle chiave, con un jolly.

Quattro scontri salvezza che i bianconeri non possono sbagliare. SampTorinoAtalanta e Carpi, due in casa due fuori che determineranno probabilmente la classifica.

Si comincia a Genova contro i blucerchiati, che un po’ come l’Udinese non si attendevano un campionato così mediocre, specie dopo l’arrivo di Vincenzo Montella in panchina. La squadra obiettivamente dalla cintola in su è agguerrita, ma è dietro che ci sono problemi, oltre a una tenuta psicologica che non sembra esserci. Giocherà però a Marassi, stadio che in certi casi diventa davvero il dodicesimo uomo.

Il salto in avanti è col Torino al ‘Friuli’. A quel punto la classifica potrebbe aver già preso una certa fisionomia, per cui le due squadre potrebbero arrivare anche con la voglia di ‘non farsi male’. Altrimenti sarà una gara complicata, perché i Granata non si capisce come siano piombati in basso. A inizio anno erano dati da molti come la possibile rivelazione, invece dopo un girone d’andata più che buono proprio con l’Udinese, prima della sosta natalizia, si è inceppato qualcosa e da allora tanti bassi e pochi alti. Ha perso anche Immobile che potrebbe tornare proprio per le ultime tre gare.

La penultima l’Udinese andrà  Bergamo: anche l’Atalanta da un girone d’andata buono è piombata in 14 gare senza vittoria, serie interrotta solo domenica scorsa con la vittoria sul Bologna. La società è solida e sta con il tecnico, che comunque a fine stagione andrà via. Reja ha però anche la fiducia del gruppo, insomma rischia ma alla penultima potrebbe essere anche in salvo. Se non fosse così per l’Udinese sarebbe un altra trasferta ad alto rischio.

Infine il Carpi all’ultima: che dire, gli emiliani sono la rivelazione del ritorno, nessuno avrebbe scommesso su di loro e anche oggi c’è chi crede che non abbiano i mezzi per arrivare fino in fondo. Ma questa potrebbe essere la loro forza, insieme a un calendario che li favorisce rispetto alle concorrenti per la permanenza in A. E a Udine arriverebbero con due risultati su tre in caso di necessità.

Infine il jolly: il Chievo. Non è una gara salvezza, i clivensi sono oramai salvi, ma per l’Udinese è la gara da vincere a tutti i costi per poi non dover giocare con la calcolatrice alla mano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy